spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Quattro Comuni uniti per la gestione integrata del turismo fra Chianti fiorentino e senese

    Una società si occuperà di informazioni e accoglienza per San Casciano, Tavarnelle, Barberino, Castellina

    CHIANTI – Gestione integrata per i servizi di promozione e accoglienza turistica nei Comuni di San Casciano, Barberino Val d'Elsa, Tavarnelle e Castellina in Chianti.

     

    Il nuovo servizio è già operativo ed è gestito dalla cooperativa Itur s.c. che si è aggiudicata la gestione triennale dei servizi di informazione e accoglienza turistica per le quattro realtà del Chianti fiorentino e senese.

     

    “Un ulteriore passo in avanti – commentano i sindaci Marcello Bonechi (Castellina in Chianti), Giacomo Trentanovi (Barberino Val d'Elsa), David Baroncelli (Tavarnelle), Massimiliano Pescini (San Casciano) – nella messa in rete di forze e risorse per continuare a valorizzare i nostri territori e le loro eccellenze e potenzialità sotto il profilo paesaggistico, culturale, storico ed enogastronomico".

     

    "Questa nuova iniziativa congiunta – concludono – segue altre azioni già messe in campo per favorire una promozione territoriale coordinata rivolta al Chianti, fra cui il protocollo siglato nei mesi scorsi per un brand unitario del Chianti senese e fiorentino e il regolamento comune per l'applicazione dell'imposta di soggiorno, adottato nel 2012".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...