spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tempesta di Ferragosto, i conti dei vigili del fuoco: 240 richieste di intervento, “epicentro” a Bagno a Ripoli

    Alle 10 di questa mattina la situazione era ancora di 62 richieste. Di queste, 38 fra Bagno a Ripoli (28), Impruneta (5), Greve in Chianti (5)

    FIRENZE – I vigili del fuoco di Firenze fanno i conti dell’emergenza iniziata ieri, con la tempesta di Ferragosto che si è abbattuta in particolare sulla parte sud della provincia, con “epicentro” nel comune di Bagno a Ripoli.

    “In riferimento al maltempo che ha colpito la provincia di Firenze nella giornata di ieri – si legge in una nota – si informa che durante l’evento atmosferico, sono giunte alla sala operativa circa 240 richieste di intervento e processate dal NUE 112”.

    “Il territorio maggiormente colpito è quello di Bagno a Ripoli – si precisa – dove è stato aperto il COC che, già dalla notte, ha seguito l’evoluzione dell’evento e della prevista ondata di piena del fiume Ema, monitorato dal CFR (Centro Funzionale Regionale)”.

    “Il dispositivo di soccorso attuato dai vigili del fuoco – viene spiegato – ha messo a disposizione squadre ordinarie, sommozzatori, personale specializzato in salvamento acquatico e personale fluviale”.

    “Non ci sono state richieste di soccorso a persona a rischio vita – si sottolinea –  come neppure in difficoltà. Il sistema di protezione civile con le squadre di volontari ha curato il monitoraggio a vista del livello del fiume Ema”.

    Le squadre dei vigili del fuoco di Firenze sono state supportate da squadre dei comandi di Prato, Arezzo, Siena e Livorno.

    Questa mattina la situazione alle 10 era di circa 62 richieste di intervento. Per svuotare cantine e altro, danni d’acqua, dissesti statici, alberi e rami pericolanti: “Tutti di carattere minore e senza rischi per l’incolumità pubblica e privata” viene spiegato dai vigili del fuoco.

    Di questi: 28 nel comune di Bagno a Ripoli, 10 nel comune di Firenze, 5 nel comune di Cerreto Guidi, 5 nel comune di Greve in Chianti, 5 nel comune di Impruneta e altri 5 nel resto della provincia.

    Rimane infine attivo il COC (Centro Operativo Comunale) nel Comune di Bagno a Ripoli, territorio più colpito, dove sono presenti tutte le componenti di protezione civile per il coordinamento dell’evento emergenziale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...