spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La conferma: “Gli investimenti di chi si unisce rimarranno al di fuori del Patto di Stabilità”

    CHIANTI FIORENTINO – Il tema delle Unioni comunali raccoglie molto interesse nel nostro territorio. Dove ce n'è una (quella fra Barberino Val d'Elsa, Tavarnelle e San Casciano) attiva da tempo; dove Bagno a Ripoli e Impruneta si stanno parlando per dare il via a una serie di servizi associati che magari potrebbero sfociare in una unione.

     

    Dove gli stessi Comuni di Tavarnelle e Barberino Val d'Elsa stanno cercando di capire se dare la svolta finale e fare la definitiva fusione. Dove l'unica amministrazione comunale che per adesso pare voglia rimanere a guardare è quella di Greve in Chianti.

     

    E fa male, almeno secondo il convincimento del ministro delle autonomie locali, Graziano Delrio (in foto sopra): "In Italia – è partito parlando del ddl "svuota Province" – ci sono troppi livelli di governo: servono solo le Regioni e i Comuni, che potranno scegliere di strutturarsi in diversi livelli di pianificazione".

     

    "Ci saranno assemblee di 6-7 sindaci – ha aggiunto – che eleggeranno i loro presidenti di provincia. Saranno enti che decideranno su rifiuti, scuole e strade. Infine vanno promosse le unioni comunali: i loro investimenti saranno fuori dal Patto di stabilità".

    "In Italia ci sono troppi livelli di governo: servono solo le Regioni e i Comuni, che potranno scegliere di strutturarsi in diversi livelli di pianificazione". Lo ha detto il ministro delle Autonomie locali, Graziano Delrio, parlando del ddl 'svuota Province' in un incontro organizzato dal Partito Democratico di Vercelli. "Ci saranno assemblee di 6-7 sindaci – ha aggiunto – che eleggeranno i loro presidenti di provincia. Saranno enti che decideranno su rifiuti, scuole e strade. Infine vanno promosse le unioni comunali: i loro investimenti saranno fuori dal Patto di stabilità". – See more at: http://met.provincia.fi.it/news.aspx?n=152381#sthash.Jbgp5txg.dpuf

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...