mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    “Un’unione comunale del Chianti fiorentino più forte”: il bilancio del sindaco di Greve Paolo Sottani

    Si conclude il mandato del sindaco di grevigiano come presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino. Il testimone passa a David Baroncelli, sindaco di Barberino Tavarnelle

    CHIANTI FIORENTINO – Paolo Sottani, sindaco di Greve in Chianti, ha concluso il suo mandato di guida dell’Unione comunale del Chianti Fiorentino, che ormai da cinque anni fa lavorare insieme sul piano politico e amministrativo i Comuni di Greve in Chianti, San Casciano e Barberino Tavarnelle.

    Venti mesi di attività, di cui 12 trascorsi in piena pandemia, “incentrata – spiegano dall’Unione – sul percorso del rafforzamento dei servizi, dei progetti e degli interventi realizzati a favore della comunità, pur nella complessità e nelle gravi difficoltà che Paolo Sottani si è trovato a gestire rispetto all’emergenza sanitaria, economica e sociale”.

    “Il sindaco di Greve – si prosegue – che ha investito nelle potenzialità e nell’efficacia amministrativa dell’ente, si è mosso nel ruolo di presidente dell’Unione per incrementare gli obiettivi condivisi di un territorio, considerato come area estesa ed eterogenea inserita in una visione di prospettiva unitaria”.

    “Pur essendo stato l’ultimo Comune ad entrare nella rete dell’Unione, ingresso avvenuto nel 2016 – spiega il primo cittadino grevigiano – ho lavorato costantemente per implementare i servizi da gestire in forma congiunta ed elevare la qualità della vita dei cittadini e dei visitatori del Chianti nell’ottica di un’area dalle vocazioni e dalle prestazioni affini”.

    “Mi sono concentrato in particolar modo sul potenziamento di ulteriori servizi da gestire insieme – ricorda – come il conferimento per il Comune di Greve in Chianti dei servizi Ced e Tributi all’Unione”.

    Altra fase fondamentale del mandato di Paolo Sottani è stata la costituzione della Società della Salute e tutte le procedure per il passaggio del servizio sociale alla SdS.

    “Stiamo portando a conclusione anche l’accordo con la Soprintendenza – continua – per accelerare il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche in modo da ottenere maggiore celerità nelle risposte, omogeneità e uniformità di valutazione dei progetti fra i Comuni dell’Unione. L’obiettivo, già  realizzato, è che tutti e tre i Comuni abbiano gli stessi servizi in Unione”.

    Uno dei risultati di cui il sindaco Sottani è particolarmente fiero è la sinergia dell’Unione che ha portato al rafforzamento politico dell’area Chianti anche in occasione delle elezioni regionali dello scorso settembre.

    “Rivolgo un sentito ringraziamento a tutti coloro – conclude – che mi hanno affiancato, dalla giunta dell’Unione, i miei colleghi Roberto Ciappi e David Baroncelli, ai consiglieri comunali tutti”.

    In base al principio dell’alternanza, come dispone lo statuto dell’Unione, il compito di guidare l’ente è passato per i prossimi venti mesi al sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...