spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 24 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Alina Gorlova e Alessandro Darim gireranno dal 23 al 30 settembre a Radda e Gaiole

    CHIANTI SENESE – Sono in arrivo (dal 23 al 30 settembre) gli ultimi due registi per il progetto Slow Movie Contest, e si tratta di coloro che gireranno il "corto" sulle arti e mestieri di Gaiole in Chianti e di Radda in Chianti.

     

    Il filmaker scelto per Gaiole in Chianti è Alessandro Darim, di Prato: Darim girerà il suo cortometraggio a Gaiole, dal 23 al 30 settembre.

     

    Alina Gorlova è  la filmaker  prescelta da Slow Movie Contest per Radda in Chianti: anche Alina girerà il suo cortometraggio a Radda, dal 23 al 30 settembre.

     

    Slow Movie Contest cerca per engtrambi un/una  giovane assistente che abbia voglia di partecipare ad una piccola produzione cinematografica aiutando la regista a ambientarsi in  paese, e a interagire con le aziende o gli artigiani che saranno oggetto delle riprese.
     

    I candidati ideali sono preferibilmente aspiranti filmakers o giornalisti, che avrebbero così l'opportunità di fare un'esperienza su un set o di raccontarla attraverso articoli che verranno pubblicati sul Gazzettino del Chianti.

     

    E' preferibile che i candidati siano automuniti. Per candidarsi a partecipare o avere maggiori informazioni: www.slowmoviecontest.org, info@slowmoviecontest.org.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...