spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 22 giugno un appuntamento davvero speciale con l’associazione Trekking “La Bulletta”

    CASTELNUOVO BERARDENGA – A piccoli passi nel bosco per un pomeriggio a misura di bambino. Domani, sabato 22 giugno alle ore 15.30 con ritrovo al parcheggio di Geggiano, tornano le escursione organizzate dall’associazione Trekking “La Bulletta” di Castelnuovo Berardenga, per andare alla scoperta dei segreti del bosco e della cultura contadina. Un intero pomeriggio dedicato ai più piccoli, ma aperto a tutti, per avvicinare i bambini alla conoscenza della natura.

     

    L’itinerario partirà dal fresco del bosco di Geggiano, solcato da un ruscello, alla scoperta di una sorgente e dei rifugi della seconda guerra mondiale, accompagnati da chi ha vissuto il passaggio del fronte e che, per l’occasione, lo racconterà attraverso alcune poesie. In programma anche la visita alla cantina della Villa di Geggiano, per svelare tutti i segreti delle fasi di produzione del vino.

     

    Il percorso, illustrato dalla guida ambientale Sara Testi, permetterà ai bambini di conoscere le piante, i fiori, gli alberi e gli animali che abitano il bosco. Al termine della camminata si potrà cenare nel parco di Geggiano, in occasione della Festa dell’Imboscata 2013.

     

    La partecipazione all’escursione ha un costo di 3 euro ed è gratuita per gli iscritti alla Polisportiva “La Bulletta”. Per prenotazioni e maggiori informazioni è possibile chiamare i numeri 348-2413824, 335-8710598, 333-1497844 e 335-310260. Si consigliano scarpe da trekking, acqua e spuntino per la merenda.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...