spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo: eccellenze del territorio in “Classico Berardenga: Terra vocata”

    Venerdì 27 ottobre giornata di incontri e degustazioni per riscoprire il territorio del Chianti Classico

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Una giornata dedicata alle tradizioni e alle eccellenze enogastronomiche di Castelnuovo Berardenga.

     

    E’ quella in programma con “Classico Berardenga: Terra vocata” venerdì 27 ottobre, dalle ore 10.30 alle ore 19 alla Certosa di Pontignano con un convegno sulle produzioni e le eccellenze locali che coinvolgerà viticoltori, enologi, chef e giornalisti di settore prima di gustare i sapori tipici e il piatto stellato di Hélène Stoquelet, chef de La Bottega del 30 di Villa a Sesta che festeggia quest’anno i 20 anni della Stella Michelin.

     

    Nel pomeriggio, poi, ci sarà spazio per degustare i vini proposti dai 27 produttori dell’associazione Classico Berardenga – Viticoltori di Castelnuovo in un percorso dedicato alle eccellenze vinicole locali e ai valori storico-artistici del territorio castelnovino.

     

    L’iniziativa è promossa dall’associazione Classico Berardenga – Viticoltori di Castelnuovo con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga e il sostegno di ChiantiBanca, Consorzio Agrario di Siena, Enegan Luce&Gas, Tecnovite e Vetruria.  

     

    La manifestazione si aprirà alle ore 11 con il convegno, su invito, dedicato alle eccellenze vinicole e alla vocazione storica e gastronomica del territorio chiantigiano, dove si parlerà di microvinificazioni e riscoperta di vitigni autoctoni e del Chianti Classico come espressione di tanti territori vocati mettendo a confronto esperienze diverse di viticoltori, produttori ed esperti del settore enologico.

     

    Ad arricchire il convegno sarà l’intervento di Monica Larner, giornalista e responsabile italiana per The Wine Advocate e RobertParker.com, che tratterà il tema delvino Chianti Classico come espressione di un territorio unico e dalle diverse vocazioni. Il convegno si chiuderà intorno alle ore 12.30 con il saluto di Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga che ricorderà i 650 anni dalla costituzione del paese castelnovino, anniversario che sarà al centro di altre iniziative nei prossimi mesi.

     

    Seguiranno la degustazione delle microvinificazioni di Sangiovese e il buffet con eccellenze gastronomiche locali nonché dal piatto stellato de La Bottega del 30.

     

    Nel pomeriggio per tutti gli appassionati, dalle ore 15 alle ore 19, saranno protagonisti assoluti i vini dei produttori dell’associazione Classico Berardenga – Viticoltori Castelnuovo, nata nel 2015 per valorizzare le produzioni locali e il loro legame con la storia, la cultura e le tradizioni del territorio.

     

    Pochi giorni fa l’associazione ha omaggiato il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella in visita a Siena con la bottiglia Magnum “Terra Vocata”, che ha unito vini dei 27 produttori.

     

    Per maggiori informazioni sulla giornata, è possibile contattare l’associazione Classico berardenga – Viticoltori di Castelnuovo all’indirizzo e-mail segreteria@classicoberardenga.it ppure visitare il sito www.classicoberardenga.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...