spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chianti Classic, edizione numero 25, appuntamento il 2 giugno a Castelnuovo

    Quattro sono i percorsi cicloturistici, un percorso Gravel e una Randonnèe, sulle splendide colline del Chianti senese

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Domenica 2 Giugno si corre la 25esima edizione della Chianti Classic a Castelnuovo Berardenga: quattro sono i percorsi cicloturistici, un percorso Gravel ed una Randonnèe, sulle splendide colline del chianti senese, con tanti su e giu e panorami mozzafiato.

     

    La manifestazione, non competitiva ed aperta alle bici e-bike, fa parte dei campionati della Uisp senese, del circuito toscano di cicloturismo, del Circuito Terre d'Etruria e la randonnèe dello SpiritoRando. "Un quarto di secolo alle spalle ma la passione di andare avanti è tanta,con la caparbietà e la capacità che ci contraddistingue", dicono gli organizzatori.
     

    Fatte le verifiche dei percorsi, sono state fatte alcune modifiche lasciando inalterato il quadro generale, per riproporre le scelte dello scorso anno. Per coloro che conoscono il Chianti senese,
    diciamo che abbiamo tolto la salita della "Strolla" dalla Rando e dal percorso Lungo, aggiungendo la salita di "Rocca delle Macie" e tolta la salita di "Monteluco" dal percorso Medio.

    Su può scaricare gratuitamente la App. di Opennner sul telefono e cercando l'identificativo del percorso, seguire la traccia Gpx.

    Iscrizioni online su Mysdam-Endu Info su www.chianti-classic.it . mail: info@bullettabike.it –
    Cell. Remo 3498359452- Iscrizioni 12 euro fino al 31 maggio poi 15 euro.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...