spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Anche il Museo del Paesaggio protagonista in una rassegna davvero particolare

    Anche il Museo del Paesaggio di Castelnuovo Berardenga sarà protagonista di “Il museo in tutti i sensi”, un viaggio alla scoperta dei musei delle Crete senesi e dei tesori che ospitano, attraverso i cinque sensi.

    Sabato 27 ottobre, dalle ore 18 alle ore 20, infatti, il museo castelnovino ospiterà “Paesaggi sonori”, tra ecologia acustica e sperimentazione musicale. Giulio Aldinucci, dell'Archivio Italiano Paesaggi Sonori, guiderà i partecipanti alla scoperta e alla registrazione di suoni e rumori del paesaggio circostante, per poi trasformarli in composizioni contemporanee. Sabato 27 e domenica 28 ottobre, inoltre, il Museo del Paesaggio aderirà alla terza edizione di “Biodiversamente: il Festival dell’Ecoscienza” promosso dal WWF nazionale e l'ingresso alla struttura sarà gratuito.

    “Il museo in tutti i sensi” è un’iniziativa gratuita ideata dai volontari del Servizio civile regionale “Museum Angels” della Fondazione Musei Senesi nei Comuni di Asciano, Serre di Rapolano, Castelnuovo Berardenga, Petroio, San Giovanni d’Asso, Buonconvento e Murlo dove ogni sede museale ha scelto uno dei cinque sensi mettendolo al centro di eventi speciali.

    Per maggiori informazioni è possibile contattare la Fondazione Musei Senesi al numero 0577530164 o all’indirizzo di posta elettronica mail.scr.fms@museisenesi.org oppure consultare il sito internet www.museisenesi.org.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...