spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Torna L’Eroica in Moto, con 600 iscritti pronti al percorso su mezzi enduro vintage

    La manifestazione in programma a Gaiole in Chianti da venerdì 20 a domenica 22 maggio. Omaggio anche a Meoni

    GAIOLE IN CHIANTI – Da venerdì 20 a domenica 22 maggio torna “Polvere&Gloria – L'Eroica in Moto”, che porterà circa 600 motociclisti a percorrere le strade de L’Eroica con moto enduro vintage, lungo un percorso di oltre 200 km tra asfalto e strade bianche, toccando il Chianti e la Val d'Orcia.

     

    “L’Eroica in moto – afferma Michele Pescini, sindaco di Gaiole in Chianti salutando l’edizione 2016 – sta diventando un evento sempre più internazionale, capace di richiamare appassionati di motociclismo vintage e non solo. Una manifestazione che si lega sempre di più al territorio che attraversa e rafforza il significato profondo de L’Eroica, che non è solo passione per la bicicletta, ma anche, e soprattutto, per uno stile di vita che porta a riscoprire sulle strade bianche le bellezze uniche del nostro territorio".

     

    "Le stesse bellezze da scoprire a cavallo di una moto – prosegue il primo cittadino – mezzo speciale per godere del nostro ricco patrimonio ambientale e paesaggistico. La forza di tutto questo sono Gaiole in Chianti e il Chianti Storico e continueremo a lavorare, insieme ai soggetti promotori de L’Eroica e de L’Eroica in moto, che ringrazio, per far crescere ancora eventi che hanno varcato da tempo i confini nazionali e tengono alto il nome del nostro territorio in tutto il mondo, diventando strumenti sempre più forti di una vera promozione e attrattiva”.

     

    La manifestazione, considerata dagli appassionati la “Woodstock” dell'enduro vintage e punto di riferimento per tutti gli appassionati del fuoristrada gentile, è cresciuta e si è consolidata negli anni grazie a un legame sempre più forte con L’Eroica.

     

    La tre giorni si aprirà venerdì 20 maggio alle 15 con l’accoglienza dei partecipanti che andrà avanti fino a sera, prima della cena a base di piatti toscani. Il momento clou sarà la giornata di sabato 21 maggio, che vedrà partenze individuali, ogni 20 secondi a partire dalle 8, dopo una sfilata su un autentico “red carpet” per vedere da vicino tutti i protagonisti e moto da enduro turistico, anche in coppia.

     

    Due le categorie della manifestazione: le protagoniste, "Vecchie Glorie", omologate fino al 31 dicembre 1999, e le ospiti, "Saranno Famose", omologate dal 1° gennaio del 2000 e con pettorale a partire dal 2000. A fare da cornice, come tradizione, sarà Gaiole in Chianti, che saluterà la partenza e l’arrivo, previsto intorno alle ore 18 con la firma dell’"Eroica In Moto Hall of Fame" e il ritiro del premio di partecipazione. Seguirà la cena a base di sapori toscani.

     

    La mattina di domenica 22 maggio, dalle 10 alle 12, sarà dedicata al ricordo di Fabrizio Meoni, con la visita alla sua officina a Castiglion Fiorentino, "Steels", tuttora attiva con tante delle sue moto esposte, e il percorso lungo i sentieri su cui lui si allenava per raggiungere il cippo realizzato in sua memoria.

     

    A chiudere la manifestazione sarà il pranzo previsto intorno alle 12.30 e a base di cinghiale. Durante la tre giorni saranno raccolti anche fondi a favore della “Fondazione Meoni”, per sostenere il progetto per la realizzazione di una scuola a Dakar, avviata negli anni scorsi. Per approfondire la manifestazione, è possibile consultare anche il sito www.eroicainmoto.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...