spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fermati a bordo della BMW (rubata) con la quale scappavano. Oggetti recuperati e restituiti

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Sono stati arrestati poco dopo aver messo a segno il furto nell'abitazione di un medico, in un appartamento di Castelnuovo Berardenga, nella notte fra il 30 e il 31 luglio.

     

    Sono stati i carabinieri del Comando Provinciale di Siena a intercettarli, durante uno dei giri notturni inseriti nell’ambito del potenziamento dei servizi di controllo del territorio. Controlli mirati proprio alla prevenzione dei reati “predatori” e dei furti in abitazione durante il periodo delle vacanze estive.
     

    I tre albanesi, ventenni o poco più, sono stati intercettati alle 5 del 31 luglio mentre procedevano a bordo di una BMW serie 3 – 330 coupè, risultata dai controlli rubata a Ostra (Ancona) lo scorso 20 giugno.
     

    Pedinamento e controlli da parte degli uomini dell'Arma hanno fartto sì che si potesse confermare come i tre albanesi, dopo ore passate di notte a visionare l'obbiettivo scelto, fossero riusciti a entrare operando, con un piccolo trapano manuale, un foro sotto la maniglia di una finestra esterna. Aperta poi con l'uso di una un stecca metallica ricurva, che aveva così azionato la maniglia interna.

     

    Una volta dentro l'appartamento, nonostante i proprietari fossero presenti e dormissero in camera da letto, erano riusciti ad arraffare gioielli e denaro contante. Proprietari che però si sono svegliati e, resisi conto di essere stati derubati, hanno subito avvisato il servizio 112 del Comando Provinciale. Che ha girato la segnalazione dopo la quale i tre soggetti sono stati visti allontanarsi dalla zona di Castelnuovo Berardenga a bordo della BMW.
     

    E' quindi iniziato un pedinamento-inseguimento a velocità sostenuta fino ad arrivare nel comune di Poggibonsi (luogo di residenza dei tre albanesi): i tre sono stati arrestati e controllati. Sono stati trovati in possesso del denaro contante e vari oggetti preziosi presi poco prima all’interno dell’abitazione di Castelnuovo Berardenga, subito restituiti ai legittimi proprietari.

     

    Adesso si cerca di capire se i tre uomini arrestati abbiano delle responsabilità in alcuni furti in abitazione verificatisi nella provincia di Siena da febbraio scorso ad oggi.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...