mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Gaiole in Chianti: in consiglio comunale approvata la variazione di bilancio e il rendiconto 2019

    Il sindaco Michele Pescini: “I conti del Comune sono in ordine e in buona salute come attestano i parametri di valutazione"

    GAIOLE IN CHIANTI – Il Comune di Gaiole in Chianti, con la variazione di bilancio approvata dal consiglio comunale, ha recepito due finanziamenti: un contributo dello Stato sui piani di sicurezza di circa 21.800 euro, che saranno utilizzati per finanziare un intervento riguardante gli spogliatoi della palestra e un contributo, per un bando vinto, di 36.274 euro, che sarà impiegato per la rimozione dell’eternit sul tetto della palestra.

    Il Comune sta valutando di fare anche un project financing per l’efficientamento energetico del plesso scolastico basato sulla produzione di energia da fonti rinnovabili.

    Il rendiconto 2019 del Comune di Gaiole in Chianti si chiude con un avanzo di amministrazione di 1 milione e 700mila euro.

    “L’avanzo di amministrazione – spiega il sindaco Michele Pescini – è costituito da una serie di componenti: le risorse per le quali è previsto l’obbligo di accantonamento, poi l’avanzo vincolato ad una specifica destinazione, l’avanzo destinato a finanziare spese per investimenti e quindi le opere pubbliche  e l’avanzo libero che contiene risorse di cui l’Ente può disporre liberamente. Per il Comune di Gaiole in Chianti l’avanzo destinato alle spese per investimenti è pari a 71mila euro, che si vanno ad aggiungere al piano delle opere pubbliche, mentre l’avanzo libero è pari a 146mila euro. Queste risorse potranno dare tranquillità al bilancio di previsione 2020, alla luce dell’emergenza Covid-19”.

    “I conti del Comune sono in ordine e in buona salute come attestano i parametri di valutazione – prosegue il sindaco Pescini – L’incidenza degli interessi sulle spese correnti è molto bassa, pari al 2,7%. L’incidenza della spesa del personale sulle spese correnti è del 26,50%, mentre l’indice di spesa corrente procapite è pari a 1030 euro e l’indice di spesa pro capite in conto capitale a 160 euro. Anche riguardo ai servizi a domanda individuale gli indicatori sono ormai stabili da anni”.

    “Non abbiamo ritoccato nessuna tariffa e nessun tipo di tassazione – rimarca – Nel 2019 il Comune di Gaiole in Chianti è riuscito a coprire in media il 50% del costo complessivo di tutti i servizi a domanda individuale, consentendo ai cittadini di accedere a quei servizi con tariffe molto più basse rispetto al costo effettivo. Solo per fare qualche esempio, rispetto alla spesa totale per l’asilo nido, pari a 150mila euro, il Comune è riuscito a coprire il 53% con risorse proprie”. 

    “Il costo totale della mensa scolastica – dice ancora – pari a 127mila euro, è stato coperto per il 57% dal Comune, così come il 73% dei costi per l’utilizzo degli impianti sportivi. Questi numeri confermano che l’attenzione del Comune di Gaiole in Chianti è sempre rivolta principalmente verso i cittadini residenti, una scelta premiante anche da un punto di vista turistico, perché un comune vivo è più attrattivo. Rimane molto basso anche l’indice di indebitamento che è pari a 2.90, ben lontano dal limite di legge fissato a 10. Con la rimodulazione dei mutui della cassa depositi e prestiti, inoltre, in futuro si ridurranno ulteriormente anche gli interessi maturati sugli stessi, su base annua”.

    “Risultati importanti che non sono casuali – conclude – ma rappresentano il frutto di una gestione sempre attenta e responsabile, che ci consentirà di affrontare anche questo anno così particolare, caratterizzato dalle criticità legate all’emergenza Covid-19.”

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino