spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La decisione presa durante l’ultima riunione della giunta di Castelnuovo Berardenga

    PONTIGNANO (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Un esempio di buona amministrazione ed efficace gestione delle risorse del territorio. Oggi, martedì 25 giugno, la giunta di Castelnuovo Berardenga ha approvato le risorse e le modalità utili a consentire un aumento dei posti disponibili, da 14 a 24, presso il nido d’infanzia “Marameo” a Pontignano, confermando l’attenzione e l’impegno nella tutela e nei servizi all’infanzia e a sostegno delle famiglie. 

     

     

    “Con questo ennesimo passo si corona un percorso di cambiamento partito tre anni fa” – spiega l’assessore all’istruzione, Annalisa Giovani – Due centri bambini e genitori sono stati trasformati in asili nido, con una modifica sostanziale dei parametri che regolano il servizio e che vedono aumentarne la qualità".

     

    "Allo stesso tempo – prosegue – la struttura di Pontignano è stata ammodernata con un raddoppio delle volumetrie, facendo passare l'utenza da 12 a 24 bambini, in un momento in cui appariva difficile, per le casse comunali raddoppiare il servizio. Un percorso, che è stato portato avanti per piccoli passi ma che ha dato grandi risultati: una volta completata la struttura si è aumentato progressivamente il numero dei posti".

     

    "L'anno scorso, infatti – dice l'assessore – abbiamo coperto nel corso dell'anno 14 posti su 24. Oggi questo percorso raggiunge il suo obiettivo fondamentale: oltre al soddisfacimento di tutte le richieste di San Gusmè, oggi possiamo coprire tutti i 24 posti disponibili a Pontignano”.

     

    “Questo risultato – dice ancora Giovani – è stato possibile grazie a una attenta analisi economica che ha portato a trovare soluzioni, a nostro avviso, importanti, con le quali si è operata una differenziazione del servizio e delle tariffe, con modulazioni orarie previste dalla normativa regionale ma diverse a seconda delle esigenze lavorative dei genitori. Impegno che ha permesso di garantire il servizio anche alle famiglie monoreddito e in difficoltà".

     

    "A causa della vastità del territorio con decine di frazioni e circa 177 kmq di estensione – conclude Giovani – non è facile gestire i servizi, ma la prima infanzia è una priorità e su questa fascia d’età della nostra popolazione stiamo continuando a lavorare e a impegnarci in attività e progetti, nella consapevolezza che i nostri figli, domani, saranno i cittadini e i custodi del nostro territorio”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...