mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Pd: dai comuni del Chianti senese 830 preferenze (su 13.999) per la rielezione in Regione di Bezzini

    “L'importante risultato ottenuto dal Pd senese - dice Bezzini - tra i più alti della Toscana, è motivo di profonda soddisfazione, indice di un legame ancora forte"

    CHIANTI SENESE – Castellina in Chianti, 144. Castelnuovo Berardenga, 542. Gaiole in Chianti, 32. Radda in Chianti, 112. Totale complessivo: 830.

    E’ il contributo (il 5,92% del totale) arrivato dai quattro comuni del Chianti senese alla rielezione in consiglio regionale di Simone Bezzini, che con 13.999 preferenze complessive rappresenterà il territorio senese (insieme ad Anna Paris, per lei 4.598 preferenze) nel “parlamentino” regionale.

    “Quella del 20 e 21 settembre – commenta Bezzini – è una vittoria di tutti noi, del centrosinistra, del Partito democratico, di Eugenio Giani e di chi ha voluto resistere e difendere la Toscana democratica, solidale e progressista, alla quale non abbiamo voluto rinunciare”.

    Eugenio Giani – prosegue Bezzini – è il nuovo presidente, con un ottimo punteggio al quale Siena e la sua provincia hanno dato un contributo decisivo”.

    “L’importante risultato ottenuto dal Pd senese – rivendica – tra i più alti della Toscana, è motivo di profonda soddisfazione, indice di un legame ancora forte che ci rende orgogliosi ma allo stesso tempo ci carica di responsabilità, che dobbiamo dimostrare di meritare”.

    “Da parte mia voglio ringraziare tutti quelli che hanno creduto in me – continua Simone Bezzini – . Le circa 14mila preferenze ricevute sono un risultato straordinario, uno dei migliori a livello regionale e quasi il doppio rispetto ai consensi del 2015. Un sostegno che mi emoziona”.

    “Qualsiasi tentativo di ringraziamento sarebbe banale – aggiunge – ma posso fare una promessa: continuerò ad impegnarmi al massimo per esserci sempre, per rappresentare, tutelare e valorizzare il nostro territorio”.

    “Ogni tanto qualcuno potrà non essere d’accordo con me – sottolinea – ma non mancherà mai il confronto, elemento imprescindibile della crescita personale e collettiva”.

    “È stata una vittoria emozionante proprio perché non era scontata – riflette – ma non dobbiamo farci abbagliare. Non lasciamo che i punti di differenza passino inosservati. Sarebbe un’ingenuità”.

    “Abbiamo festeggiato e gioito tutti insieme – ammonisce – è giusto così, ora rimbocchiamoci nuovamente le mani. La fiducia che ci avete dimostrato non possiamo tradirla”.

    “Ci aspettano cinque anni di una legislatura non facile, figlia del Covid e della crisi economica che ne deriva – conclude Bezzini – Una legislatura di cui Siena e la sua provincia meritano di essere protagoniste, ricca di opportunità che sapremo cogliere. Le sfide da affrontare saranno tante, ma non ci faremo trovare impreparati”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...