spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 4 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La consegna sabato 13 settembre, a San Gusmè. Il gran finale poi… la domenica

    SAN GUSME' (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Il conduttore Fabrizio Frizzi e il giornalista di Rai1 Massimo Mignanelli.

     

    Saranno loro a ricevere, sabato 13 settembre, rispettivamente, i premi “Silvio Gigli” e “Paolo Maccherini” nell’ambito della Festa del Luca a San Gusmè, borgo di Castelnuovo Berardenga.

     

    I riconoscimenti dedicati ai due giornalisti senesi scomparsi alcuni anni fa saranno al centro della cena-spettacolo in programma a partire dalle 20.30, che vedrà anche la consegna ad altri ospiti della statuetta del leggendario Luca Cava, bizzarro personaggio del folclore toscano a cui si ispira la manifestazione.

     

    Il riconoscimento andrà ai fantini e ai capitani vittoriosi nei Palii del 2 luglio e del 16 agosto 2014, vinti, rispettivamente, dalle contrade del Drago e della Civetta; al mossiere Bartolo Ambrosione; al direttore della Fondazione Siena Jazz, Franco Caroni; a Hoara Borselli, madrina del comune di Castelnuovo Berardenga nell’avventura televisiva dei mesi scorsi a “Mezzogiorno in famiglia” e agli autori, registi e attori dello spettacolo teatrale “Albicocche Rosse”, inserito nella storica collaborazione italo-tedesca per ricordare il 70esimo anniversario dell’eccidio del Palazzaccio, avvenuto nel 1944 nei dintorni di Castelnuovo Berardenga.

     

    Nella giornata di sabato 13 settembre la Festa del Luca ricorderà anche la trebbiatura, con l’esposizione di macchine agricole d’epoca, per poi entrare nel vivo con la serata condotta dal giornalista senese Maurizio Bianchini e dalla presentatrice di TeleIdea, Chiara Lanari.

     

    La cena unita alla consegna dei premi costa 30 euro e può essere prenotata telefonando al numero 0577-359345 oppure scrivendo all’indirizzo pro@sangusme.it.

     

    La Festa si chiuderà domenica 14 settembre con la decima edizione del “Palio delle botti nel Chianti”, inserito nel circuito nazionale delle corse delle botti organizzato dall’Associazione Nazionale Città del Vino e il tradizionale spettacolo pirotecnico.

     

    Il Palio inizierà alle 11.30 con le gare di qualificazione, seguite dal corteo storico, alle 16.30 e dalla gara di pigiatura e sfida fra le Città del Vino, alle 17.30. Subito dopo sarà la volta della premiazione del Palio delle Botti, che, per il primo anno, è un vero e proprio drappo realizzato dall'artista senese Renato Ferretti in sostituzione della statuetta del Luca. Alle 22, infine, ci sarà il gran finale con i fuochi d’artificio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...