spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La sua caratteristica particolare sono i giurati-lettori

    Una manifestazione di area che ogni anno coinvolge circa 350 cittadini chiantigiani amanti della letteratura. E’ il Premio Letterario Chianti, che giunge alla sua XXVI edizione, presentata ieri, martedì 20 novembre, nell’ambito di “Leggere è volare”, da Paolo Codazzi, organizzatore del Premio e presidente della rivista “Stazione di Posta”; Cosimo Ciampoli, assessore alla cultura di Castellina in Chianti; Annalisa Giovani, assessore alla cultura di Castelnuovo Berardenga; Deborah Montagnani, assessore alla cultura di Gaiole in Chianti; Pierpaolo Mugnaini, vicesindaco di Radda in Chianti e Marco Saletti, assessore alla cultura della Provincia di Siena. Si tratta di un concorso riservato a opere di narrativa in italiano, pubblicate nell'anno precedente, che ha come obiettivo la promozione della letteratura e alla lettura, attraverso meccanismi di partecipazione diretta  dei cittadini.

     

    Le case editrici o i singoli autori possono inviare una propria opera al Comitato tecnico, che è composto da 11 membri (Paolo Codazzi, un rappresentante per ciascuno dei Comuni coinvolti e il coordinatore Giuseppe Panella). Il Comitato tecnico ha, poi, il compito di esaminare le opere pervenute, selezionandone cinque.

     

    I cinque libri finalisti, presentati in occasione di incontri pubblici con gli autori, vengono quindi sottoposti al voto della Giuria popolare, composta da tutti i cittadini-lettori chiantigiani che intendono parteciparvi – tramite iscrizione a 8 euro – presso le rispettive Biblioteche comunali. Gli iscritti alla Giuria popolare possono quindi acquistare – a 25 euro – oppure prendere in prestito – in una percentuale del 20% rispetto agli acquisti – i cinque testi finalisti, per leggerli ed esprimere la propria preferenza in prospettiva della premiazione finale, che si tiene ogni anno nel mese di maggio.

     

    Il Premio Letterario Chianti, nel cui albo d'oro figurano nomi prestigiosi della letteratura contemporanea, è promosso dalla rivista culturale “Stazione di Posta” e dai Comuni di Greve in Chianti, Barberino Val d'Elsa, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti, Impruneta, Radda in Chianti, San Casciano Val di Pesa e Tavarnelle Val di Pesa; con il patrocinio delle Province di Siena e Firenze. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet www.premioletterariochianti.it o consultare il profilo Facebook Premio Letterario Chianti narrativa. Nell'edizione 2011-2012 trionfò Barbara Garlaschelli con "Non ti voglio vicino"

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...