spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Premio Letterario Chianti 2019 parte da Castellina in Chianti

    Sabato 23 febbraio incontro con Carlo Carabba, autore di "Come un giovane uomo"

    CASTELLINA IN CHIANTI – La 32esima edizione del Premio Letterario Chianti parte da Castellina in Chianti, con la presentazione del primo dei cinque libri finalisti.

     

    L’appuntamento è in programma sabato 23 febbraio, alle ore 17, nella Sala Franco e Giovanni Niccolai del Cinema Italia con il libro “Come un giovane uomo” di Carlo Carabba, edito da Marsilio.  

     

    Il Premio Letterario Chianti – nato nel 1987 da un'idea dello scrittore Paolo Codazzi, direttore della rivista culturale Stazione di Posta, divenuta dal 2011 Associazione Culturale Stazione di Posta – toccherà, con la presentazione delle opere degli autori finalisti, anche Radda in Chianti, San Casciano, Sano Donato in Poggio e Gaiole in Chianti. La premiazione finale è in programma nel mese di maggio a Greve in Chianti.

     

    A dare valore aggiunto alla manifestazione, come ogni anno, sarà la presenza di una giuria popolare composta da circa trecento lettori, il cui giudizio si unirà a quello del Comitato tecnico del Premio per decretare il vincitore finale.

     

    Per approfondire la storia e i protagonisti del Premio Letterario Chianti, è possibile consultare il sito www.premioletterariochianti.it e seguire la Pagina Facebook Premio Letterario Chianti Narrativa.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...