spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 18 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Elezioni ’19 / Programmi elettorali a confronto per un’inedita sfida a tre

    Pierpaolo Mugnaini, Donatella Santinelli, Vincenzo Bucci: cosa propongono per amministrare il comune

    RADDA IN CHIANTI – In vista delle elezioni amministrative 2019, Il Gazzettino del Chianti cercherà di rendere facilmente accessibile a tutti i suoi lettori la visione dei programmi elettorali delle singole forze politiche.

     

    Proposte, idee, elenchi. Tutto quello che i candidati sindaco (in questo caso Pierpaolo MugnainiDonatella Santinelli e Vincenzo Bucci) insieme ai propri sostenitori, hanno elaborato per i prossimi cinque anni della propria comunità.

     

    Per rendere il tutto al massimo trasparente, i programmi che vi linkeremo in consultazione saranno quelli depositati dalle stesse liste presso gli uffici comunali. E affissi all'Albo Pretorio.

     

     

    I PROGRAMMI ELETTORALI

     

     

    – "Lista Civica per Radda in Chianti" (Pierpaolo Mugnaini)

     

    Clicca qui per consultare il PROGRAMMA ELETTORALE

     

     

    – "Viva – I cittadini di Radda in Chianti" (Vincenzo Bucci)

     

    Clicca qui per consultare il PROGRAMMA ELETTORALE

     

     

    – "Per Radda in Chianti" (Donatella Santinelli)

     

    Clicca qui per consultare il PROGRAMMA ELETTORALE

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...