spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Comune di Gaiole in Chianti ricorda Alfonso Sderci e Alessandro Piazzini

    Amministratori pubblici, punto di riferimento per la comunità: nelle parole del sindaco le loro storie, al servizio del territorio

    GAIOLE IN CHIANTI – Il Comune ricorda Alfonso Sderci e Alessandro Piazzini, due cittadini recentemente scomparsi, che hanno dato molto alla comunità locale.

    Queste le parole del sindaco Michele Pescini: “Voglio sottolineare prima di tutto la caratura morale, lo spirito di servizio e la serietà che hanno sempre contraddistinto l’operato di Alfonso Sderci e di Alessandro Piazzini, nella loro funzione di amministratori pubblici in tempi in cui la politica sta cercando di ricostruire un nuovo rapporto di fiducia con i cittadini, l’esempio di Alfonso e Alessandro rappresenta un valido punto di riferimento".

    Alfonso Sderci, Gaiolese doc, classe 1936, è un pezzo di storia di questo territorio. E’ stato assessore del Comune nelle Giunte Pallanti e Posticci. Sempre attento e sensibile ai bisogni della comunità locale, non si è mai risparmiato, dando contributi importanti alla città nei più disparati settori. E' stato prezioso custode della memoria del Chianti storico e motore del Centro Studi Storici chiantigiani che oggi svolge un ruolo fondamentale per lo studio della storia del territorio. E’ stato governatore della Casa di Riposo, tesoriere e consigliere della Chiantigiana; consigliere della Filarmonica Fortunato Vannetti e consigliere della Biblioteca comunale negli anni ’80.

    Alessandro Piazzini, classe 1935, nativo di Gaiole, si era trasferito a Siena, ma ha sempre mantenuto un forte legame con il suo comune di origine, dove aveva ancora una casa di proprietà, l’abitazione della famiglia, in piazza Antico Mercato. Grande e indiscutibile la sua competenza amministrativa: per molti anni è stato amministratore del Comune di Gaiole in Chianti, come vicesindaco e come assessore nella Giunta Pallanti. Alessandro ha seduto anche sui banchi del Consiglio provinciale di Siena.

    Conclude il sindaco: "Il tempo passa, ma una cosa è certa: Gaiole in Chianti, conserverà sempre la memoria di Alfonso e Alessandro, della loro passione per la politica e per la cosa pubblica. Così mi piace ricordarli: come due persone di qualità espressione di questo territorio. Due cittadini attivi, con un grande senso civico, che amavano Gaiole ed erano sempre mossi dal desiderio di renderla più viva e più bella".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...