spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Operazione del Corpo Forestale: erano stati installati su due alberi nei boschi di Gaiole

    GAIOLE IN CHIANTI – Saranno contenti gli agricoltori, disperati per i danni causati alle colture; ma anche gi automobilisti, che spesso sono costretti a vere e proprie prove di destrezza per evitare i cinghiali che entrano in mezzo alla strada.

     

    L'operazione del Comando Stazione Forestale di Radda in Chianti è infatti andato a confermare quel che molti pensano: gli uomini della Forestale infatti hanno sequestrato due congegni, installati da ignoti in località Monteluco (nel comune di Gaiole in Chianti), fissati ad un albero e muniti di temporizzatore per il rilascio a terra di mangime destinato all'alimentazione abusiva dei cinghiali.

     

    "Come è noto . spiega la Forestale – in provincia di Siena, negli ultimi anni, la popolazione di cinghiali ha notevolmente ampliato il proprio areale, dimostrando una grande adattabilità alle condizioni ecologiche più disparate. Tale espansione, oltre a comportare criticità di carattere ecologico ed economico per i danni cagionati alle colture, pone anche problemi di sicurezza pubblica, soprattutto in relazione agli incidenti stradali".

     

    Tra le cause che hanno favorito nel tempo l’espansione e la crescita delle popolazioni di cinghiale, oltre a quelle naturali connaturate alla plasticità della specie e alla sua prolificità, senza dubbio si può annoverare il particolare contesto territoriale, decisamente favorevole.

     

    Ma, e il sequestro in questione non è che la ulteriore conferma, ci sono anche le cause direttamente connesse all'uomo:prime fra tutte l'alimentazione artificiale dei cinghiali mediante somministrazioni di cibo per lunghi periodi (foraggiamento dissuasivo).

     

    Si tratta di una pratica consentita tempo fa ma attualmente vietata dalla norma vigente; salvo eventuali deroghe rilasciate dalla Provincia di Siena per esigenze specifiche.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...