spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 25 novembre degustazioni nell’ambito della mostra “Vino fra mito e storia”

    Un pomeriggio in compagnia con le produzioni testimonial del vino toscano nel mondo. E’ quello in programma domenica 25 novembre a Castellina in Chianti e a Castelnuovo Berardenga in occasione della mostra “Vino fra mito e storia”, promossa dalla Provincia di Siena e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che si aprirà domani, sabato 24 novembre a Siena, in occasione del terzo Forum sul vino italiano organizzato da Banca Mps e Enoteca Italiana e della premiazione della X Selezione dei Vini di Toscana a cura di Toscana Promozione.


    Castellina in Chianti

    Dalle ore 17 alle ore 19, presso la sala del Capitano del Museo Archeologico del Chianti Senese, si terrà “Il Gallo Nero fra storia e mito”, un viaggio a cura del Consorzio Vino Chianti Classico tra le etichette legate alle aree archeologiche del territorio, attraverso la degustazione delle produzioni di Badia a Coltibuono, azienda vicina all’insediamento etrusco “Cetamura”; Castello di Bibbione, nella cui località La Collina si conserva “La Tomba dell’Arciere”; Castello di Fonterutoli, località attigua alla necropoli del Poggino e Castelli di Monsanto, nelle cui vicinanze sin dagli anni ’70 ci sono stati ritrovamenti di reperti archeologici etruschi. L’appuntamento è gratuito. Per informazioni è possibile contattare il Museo al numero 0577 742090.
     
     

    Castelnuovo Berardenga

    A partire dalle ore 15, il comune castelnovino ospiterà presso il Museo del Paesaggio “Convivialità nella storia”, un doppio appuntamento che avrà inizio con un laboratorio per ragazzi a cura di Archeòtipo – Servizi per i Beni Culturali. I partecipanti si cimenteranno nella preparazione di alcuni dei piatti e delle bevande più tipiche e famose del territorio in età medievale, dalle buccelle all'ippocrasso fino al  vino cocto. Alle ore 17, invece, si terrà una degustazione di vini offerta dal Consorzio Chianti Colli Senesi. Otto le aziende presenti: Felsina Spa, Carpineta Fontalpino, Azienda Agricola Allegretti, Fornaci di Sotto, Agricoltori del Chianti Geografico, San Gregorio, Salcheto e il Ciliegio. Gli eventi sono gratuiti. Per informazioni è possibile telefonare al numero 0577 352035.

     

    “Vino fra mito e storia”

    La mostra, un itinerario nell’antichità attorno alla vite e al vino visitabile fino al 5 maggio 2013, è organizzata come evento diffuso. Il nucleo principale sarà a Siena, nella sede di Enoteca, dove sarà allestito un percorso espositivo sulla storia del vino, mentre nei musei dei cinque territori maggiormente rappresentativi dell’eccellenza vitivinicola senese – Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Montalcino, Montepulciano e San Gimignano – saranno allestite delle mostre collaterali, integrate nelle collezioni permanenti. Sempre nella città del Palio, nei suggestivi ambienti del Santa Maria della Scala, dove è ospitato il Museo Archeologico Nazionale di Siena, sarà in mostra un oggetto unico, il cinerario di Montescudaio.
     

    Info e contatti

    Informazioni sulla mostra “Vino fra mito e storia” sono disponibili presso i punti informazione e prenotazione servizi turistici di Siena – tel. 0577 280551, email incoming@terresiena.it. La mostra è gratuita nella sede di Enoteca Italiana, compresa nel prezzo del biglietto presso i cinque Musei.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...