spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo: domenica “Ville aperte nel Chianti” fa tappa al Castello di Montalto

    Visite guidate alla Sala d'Armi alle 11 e alle 16. Accesso libero al giardino al mattino e nel pomeriggio

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Tappa al Castello di Montalto per "Ville aperte nel Chianti". Domenica 16 ottobre la rassegna promossa dal Comune di Castelnuovo Berardenga e dedicata alla scoperta di ville e residenze storiche del territorio proporrà, alle 11 e alle 16, la visita guidata e gratuita alla Sala d’Armi, spazio centrale e di maggior richiamo del Castello, insieme alla possibilità di scoprire il giardino con accesso libero, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

    "Ville aperte nel Chianti" si è aperta domenica scorsa con la partecipazione di oltre 60 persone che hanno voluto cogliere l’occasione di visitare e scoprire il patrimonio storico e architettonico castelnovino.

     

    Dopo la seconda tappa al Castello di Montalto, la rassegna continuerà domenica 23 ottobre alla Villa di Geggiano e domenica 30 ottobre alla Villa di Monaciano.

    Per partecipare a "Ville aperte nel Chianti" è gradita la prenotazione, contattando l'Ufficio turistico di Castelnuovo Berardenga al numero 0577-351337 oppure all’indirizzo e-mail ufficio.turistico@comune.castelnuovo.si.it.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...