spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Agricoltura, dalla formazione al lavoro nel Chianti: il percorso dei giovani si compie in 3 anni

    Una nuova edizione della scuola che forma i contadini del futuro si apre tra ottobre e novembre. Iscrizioni entro il 15 settembre 2021

    CHIANTI – Dall’amore per la terra chiantigiana nascono esperienze, storie e soprattutto opportunità di lavoro sicuro e dinamico capaci di realizzare i sogni dei giovanissimi.

    Il 90 per cento dei ragazzi, appena diciottenni, che hanno frequentato i percorsi professionali, promossi da una rete istituzionale di quattro comuni di area fiorentina (San Casciano, Greve in Chianti, Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle) e da Chiantiform, si è messo in tasca un contratto di lavoro e il 30 per cento è stato assunto a tempo indeterminato.

    Due dati che definiscono il bilancio di un’attività pluriennale nel settore della formazione agricola e vitivinicola e attestano il maggior punto di forza della scuola che da anni “allena” i contadini del futuro.

    I Comuni del Chianti fiorentino continuano ad investire sulla creazione di figure specialistiche da inserire nel tessuto economico grazie alla sinergia attivata con le aziende e le fattorie locali.

    All’aperto, a contatto con la natura, le mani degli aspiranti agricoltori si preparano ad indossare guanti e ad usare gli strumenti del mestiere per coltivare passioni e costruire percorsi di autonomia tra le vigne e gli ulivi dei luoghi in cui i giovani vivono e risiedono.

    Si sono aperte le iscrizioni per una nuova edizione del corso “AgriFormChianti” che mira a garantire una formazione qualificata e un’occupazione territoriale che coniuga tradizione e innovazione.

    Si tratta della scuola triennale per l’istruzione professionale, legata alla figura dell’operatore agricolo, finanziata dalla Regione Toscana, attraverso fondi ministeriali, nell’ambito di GiovaniSì.

    Il corso è rivolto a giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni, in uscita dalla scuola secondaria di primo grado e in abbandono scolastico.

    La scuola ha sede a San Casciano (via della Libertà) e si propone di offrire un’esperienza diretta nel mondo del lavoro alternando lezioni in aula e tra i campi.

    Nelle 3.165 ore complessive sono previsti periodi di tirocinio presso le aziende del settore per un totale di 800 ore nel secondo e nel terzo anno del percorso. La scuola è promossa dai Comuni del Chianti e dell’area fiorentina ed è gestita dall’agenzia formativa Chiantiform. 

    L’obiettivo del percorso triennale è quello di trasmettere agli allievi competenze specialistiche.

    “Il tema della formazione che si intreccia a quello del lavoro in campo agricolo è un valore imprescindibile che ci permette di dare profondità al futuro del nostro territorio – dichiarano i sindaci Roberto Ciappi, Paolo Sottani, David Baroncelli, Francesco Casini – il corso, peraltro interamente gratuito, si propone di creare figure dotate di un’ampia preparazione in ambito agricolo, relativa ai vari settori che interessano la lavorazione della terra e alle molteplici potenzialità applicative come la filiera agroalimentare, a biomasse e bioenergie, la digitalizzazione e l’agricoltura di precisione”.

    E’ la presidente di Chiantiform, la biotecnologa agraria Elisa Corneli, ad invitare i giovani a cogliere l’opportunità e ad iscriversi entro il 15 settembre 2021 per poter frequentare il nuovo corso che si aprirà tra ottobre e novembre.  

    “Sono tanti i vantaggi di cui potranno beneficiare gli allievi – dichiara Elisa Corneli – per poter conseguire una qualifica professionale, riconosciuta a livello nazionale ed europeo, in linea con la vocazione agricola e vitivinicola del territorio del Chianti”.

    “Il corso – precisa la presidente – consente di assolvere all’obbligo scolastico e offre agli iscritti la possibilità di rientrare nei percorsi di scuola secondaria superiore”.

    La formazione è gratuita e la frequenza obbligatoria.

    Gli operatori saranno formati per la conduzione delle produzioni arboree, erbacee ed ortofloricole, la gestione degli impianti, delle macchine e delle attrezzature, la pianificazione e l’organizzazione delle fasi di sviluppo dei processi.

    I giovani, una volta diplomati oli, potranno occuparsi anche della produzione aziendale, dalla trasformazione alla vendita dei prodotti, della verifica e controllo delle attività. La scuola prevede l’acquisizione di competenze, come previsto dalla normativa, linguistiche, matematiche, scientifiche, tecnologiche; storico, socio-economiche. 

    Durante le attività di laboratorio e di stage Chiantiform fornirà tutti i dispositivi di protezione individuale (DPI) previsti dalle norme di sicurezza e le attrezzature necessarie allo svolgimento dei lavori agricoli tra cui occhiali di protezione, guanti per lavori agricoli, calzature antinfortunistiche, tuta di lavoro, mascherina protettiva. 

    Info e iscrizioni: sede Chiantiform, via Roma, San Casciano, 3493371547info@chiantiform.itwww.chiantiform.it/agr-i-form-chianti/.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...