spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tragedia sulla A7 nel pomeriggio di ieri; 21enne di San Pancrazio muore in un incidente stradale

    Giovanni Gallori si stava recando, insieme a un gruppo di amici (rimasti feriti gravemente) in montagna per passare alcuni giorni di vacanza

    SAN PANRAZIO (SAN CASCIANO) – Un giovane toscano, sancascianese di 21 anni (vive nella frazione di San Pancrazio), è morto in un incidente stradale avvenuto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 3 gennaio, lungo l’A7.

    Nel dettaglio, nel tratto compreso tra Isola del Cantone e Vignole Borbera, tra Liguria e Piemonte.

    Si chiamava Giovanni Gallori, e si stava recando insieme a un gruppo di amici in una località di montagna, per sciare.

    Gli altri quattro, tre ragazzi e una ragazza, fra i 20 e i 24 anni, sono residenti nelle province di Siena, Firenze e Pistoia.

    Le cause sono ancora da accertare, ma sembra che il conducente del pulmino abbia perso il controllo del mezzo, ribaltandosi in mezzo alla carreggiata.

    Per il 21enne sancascianese, che pare si trovasse nei sedili posteriori, non c’è stato nulla da fare.

    Gli amici sono rimasi feriti in modo grave.

    La Procura della Repubblica di Alessandria ha aperto un fascicolo sulla vicenda.

    Sancascianese Ciclismo in lacrime: “Il nostro ex corridore Giovanni Gallori non c’è più”

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...