spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Asl Toscana Sud Est: “Parte la prenotazione dosi di richiamo con i vaccini Covid adattati”

    Da martedì 13 settembre (ore 12), sarà possibile prenotare per effettuare la vaccinazione booster anti Covid-19 con il vaccino adattato anche alla variante Omicron

    SIENA – Da domani, martedì 13 settembre (ore 12), sarà possibile prenotare per effettuare la vaccinazione booster anti Covid-19 con il vaccino adattato anche alla variante Omicron.

    Le agende dell’Asl Toscana sud est apriranno giovedì 15 settembre, mentre farmacie che aderiscono, medici di medicina generale e pediatri potranno vaccinare dal 20.

    Possono ricevere il nuovo vaccino, che è raccomandato ma non obbligatorio, gli over 12 che devono fare la terza dose e gli over 60, i soggetti fragili, le donne in gravidanza e il personale sanitario come quarta dose.

    Per il ciclo primario, prima e seconda dose, continuerà ad essere utilizzato il vaccino precedente.

    Si ricorda che per prenotarsi basta andare sul portale regionale www.prenotavaccino.sanita.toscana.it dove le agende vengono implementate via via che i posti a disposizione vengono occupati.

    Per assistenza nelle prenotazioni il numero verde è 800432525, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 14.

    Sedi vaccinali sul territorio dell’Asl Toscana sud est, Siena

    • Siena – Ambulatorio vaccinale del Ruffolo,
    • Montepulciano – Centro Vaccinale PO Nottola,
    • Poggibonsi – Distretto in Via della Costituzione,
    • Abbadia San Salvatore  – Distretto in Via Serdini

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...