domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    AstraZeneca, agende aperte per gli over 70. Si vaccina venerdì 16 e sabato 17 aprile

    Sul portale regionale possono richiederlo le persone nate dal 1941 al 1951, ovvero di età compresa tra i 70 e i 79 anni. Le dosi disponibili sono 15mila

    FIRENZE – Si riaprono oggi, mercoledì 14 aprile, le prenotazioni del vaccino AstraZeneca, per la fascia d’età che riguarda gli over 70.

    Ovvero le persone nate dal 1941 al 1951. Per prenotare la somministrazione della prima dose occorre andare, come sempre, sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it.

    La vaccinazione avverrà nei giorni di venerdì 16 e sabato 17 aprile prossimi, su appuntamento prenotato nel punto vaccinale, che l’interessato avrà indicato sul portale.

    Le agende saranno richiuse a posti disponibili esauriti, che attualmente sono soltanto 15mila, considerato che nella giornata di ieri è stata consegnata una fornitura ridotta di vaccino AstraZeneca.

    In tutto 9.900 nuove dosi, alle quali la Regione Toscana ha aggiunto 5.100 dosi rimaste dalla precedente fornitura.

    Alle 14.30 di oggi, 14 aprile, le persone over 70, che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca, sono in tutto 143.797, come riportato sul portale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...