spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid-19, anticipo per le prenotazioni “last minute”: si parte da stasera

    Si parte con qualche giorno di anticipo rispetto alla data inizialmente prevista, ovvero il 26 luglio: si può cercare di prenotarsi sul portale regionale dalle 19 alle 23.59

    FIRENZE – Le prenotazioni “last minute” delle vaccinazioni contro il Covid-19, quelle da prenotare la sera e fare nell’arco al massimo delle successive ventiquattro ore, ripartiranno con un anticipo di qualche giorno rispetto a quanto era stato comunicato.

    Lo ha deciso il presidente della Toscana, Eugenio Giani, sulla base delle disponibilità di vaccini che si sono create in questi giorni.

    Le prenotazioni “last-minute” sarebbero dovute riprendere da lunedì 26 luglio. Invece si potranno fare già da stasera, ovvero da mercoledì 21 luglio.

    In questi primi cinque giorni le dosi a disposizione saranno però più limitate rispetto a quelle utilizzabili a partire dal 26 luglio. 

    Le modalità di prenotazione rimane identica. Si va sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it e dalle 19 alle 23.59  si può eventualmente prenotare la prima dose negli hub gestiti sul territorio dalle Asl.

    I vaccini anti-Covid disponibili sono quelli di Pfizer e di Moderna e ne possono usufruire tutti i nati fino al 2005, ovvero dai sedicenni in su.    

    Dall’inizio della campagna vaccinale in Toscana, alle 17.30 del 21 luglio 2021, sono state complessivamente già utilizzate 3 milioni e 681.310 dosi di vaccino.

    Oltre un milione e mezzo di toscani (1.502.446 per l’esattezza, su una popolazione, bambini compresi, di circa tre milioni e settecentomila persone) ha interamente completato il ciclo di vaccinazione, mentre a 2.178.864 è stata somministrata la prima dose.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...