spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid-19 in Toscana, i nuovi positivi al virus tornano dopo settimane sopra quota 300

    Ai minimi i casi nel nostro territorio, fra Chianti fiorentino e Chianti senese. Un nuovo positivo a San Casciano e uno a Castelnuovo Berardenga

    FIRENZE – Spia di allarme oggi, mercoledì 26 ottobre, in merito alla diffusione della pandemia da Covid-19 in Toscana.

    Con un dato che, nel suo piccolo, non fa che dare il segnale di una contro tendenza, ovvero di una ripresa (lenta per adesso) dei contagi.

    Che, dopo settimane, nella nostra regione tornano sopra quota 300.

    “I nuovi casi registrati in Toscana – dice nella sua comunicazione ufficiale il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – sono 302 su 27.201 test di cui 8.581 tamponi molecolari e 18.620 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,11% (3,9% sulle prime diagnosi)”.

    Le dosi di vaccino attualmente somministrate nella nostra regione sono 5.839.678.

    Giani diffonde anche la tabella esemplificativa con le suddivisioni per Asl e comuni dei nuovi positivi asl virus.

    Numeri anche oggi contenuti nel nostro territorio.

    Nel Chianti e nelle colline fiorentine oggi, mercoledì 27 ottobre, si registra solo un nuovo positivo (a San Casciano), contro i 5 di ieri).

    Anche nel Chianti senese, dopo i 5 di ieri, oggi si registra solo un nuovo positivo: a Castelnuovo Berardenga.

    Ecco le notifiche relative ad oggi, mercoledì 27 ottobre.

    CHIANTI FIORENTINO E COLLINE FIORENTINE

    Bagno a Ripoli 0

    Barberino Tavarnelle 0

    Greve in Chianti 0

    Impruneta 0

    San Casciano 1

    CHIANTI SENESE

    Radda in Chianti 0

    Gaiole in Chianti 0

    Castelnuovo Berardenga 1

    Castellina in Chianti 0

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...