spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid, al via a Sesto Fiorentino l’hub vaccinale presso il Centro Sesto

    E' collocato in una tensostruttura facilmente identificabile e accessibile, presso il parcheggio scoperto del Centro Commerciale Centro Sesto in via Petrosa

    SESTO FIORENTINO – E’ in attività da oggi, lunedì 10 gennaio, l’Hub vaccinale di Sesto Fiorentino.

    E’ collocato in una tensostruttura facilmente identificabile e accessibile, presso il parcheggio scoperto del Centro Commerciale Centro Sesto in via Petrosa.

    In questi giorni si stanno ancora portando a compimento gli ultimi accordi tra le parti interessate, Asl Toscana centro, Croce Viola-Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino e l’Azienda Farmacie e Servizi spa che gestisce otto farmacie comunali nel Comune di Sesto.

    La volontà condivisa con Regione Toscana è la medesima: implementare il numero di vaccinazioni giornaliere nella provincia di Firenze con l’apertura a Sesto Fiorentino di un nuovo punto di somministrazione.

    L’hub di Sesto Fiorentino sarà disponibile per prime dosi, in Open Day, e terze dosi programmate su tre linee vaccinali.

    La copertura stimata è di almeno 360 vaccini al giorno e il punto vaccinale sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.

    La struttura funzionerà con queste modalità fino al 31 marzo. Successivamente, valutata la situazione epidemiologica, l’Hub potrà continuare a funzionare con date e orari variabili.

    “La continua apertura di hub, come quello che inauguriamo oggi, ci lascia ben sperare sull’andamento della campagna vaccinale, che intendiamo velocizzare il più possibile, nonostante gli ottimi risultati già ottenuti in Toscana, per contrastare al massimo la diffusione della variante Omicron altamente contagiosa” commenta il presidente della Regione Eugenio Giani.

    “Anche i nostri Comuni – ricorda Giani – si stanno impegnando a fondo con un’efficienza che non ha eguali in Italia, insieme al volontariato, alle imprese, a privati cittadini che vogliono rendersi utili, e che agiscono sempre in stretta collaborazione con le Asl”.

    “Anche noi – conclude – a partire dall’intero sistema sanitario regionale, continueremo a impegnarci al meglio delle nostre possibilità, seguendo le indicazioni del Governo nella lotta al Covid. Se raggiungeremo la vera immunità di gregge accadrà grazie al vaccino, che è l’unica arma che abbiamo, per proteggerci dalle ondate pandemiche”.

    Croce Viola e Azienda Farmacie sosteranno le spese e la cura dell’allestimento operativo degli spazi a cui per gli arredi contribuisce anche Cna della Piana Fiorentina mentre la tensostruttura è stata messa a disposizione da Anpas Toscana.

    In questi giorni sono al lavoro per completare le modalità operative e il percorso vaccinale che sarà gestito attraverso propri farmacisti formati, nonché da personale sanitario e personale della Croce Viola appositamente formato per la registrazione del vaccino sul sistema informativo sanitario regionale.

    L’Azienda sanitaria, invece, è impegnata a definire l’attività delle agende e tutte le operazioni di fornitura del materiale di consumo necessario per la vaccinazione.

    Si ricorda che le prenotazioni per la vaccinazione potranno essere effettuate tramite il portale della Regione https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...