martedì 2 Marzo 2021
Altre aree

    Covid e scuole superiori: confermata capienza massima Tpl e didattica in presenza

    Il presidente Giani: "Non mancheremo di impegnarci trovare il giusto equilibrio tra le esigenze dei cittadini a condurre una vita quanto più possibile normale e le misure e le cautele necessarie"

    FIRENZE – Confermata al 50 per cento la capienza massima del trasporto pubblico locale e del trasporto ferroviario regionale.

    Sempre con la stessa percentuale confermata anche l’attività didattica in presenza nelle scuole secondarie di secondo grado.

    Lo stabilisce, con decorrenza da oggi, sabato 16 gennaio, un’ordinanza emanata dal presidente della Regione Eugenio Giani.

    “L’andamento dei contagi e degli altri indicatori – ha detto Giani – è confortante, e questo è confermato dal fatto che da domani la Toscana continuerà ad essere gialla”.

    “Non possiamo tuttavia abbassare la guardia – ammonisce – Dobbiamo continuare a essere responsabili e prudenti”.

    “Da parte nostra – conclude il presidente della Regione – non mancheremo di impegnarci per fare in modo da trovare il giusto equilibrio tra quelle che sono le esigenze dei cittadini a condurre una vita quanto più possibile normale e le misure e le cautele necessarie per contrastare il virus”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...