spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid, Gelli: “La variante Delta corre veloce, serve accelerare con i vaccini”

    "Nel Regno Unito, dove proprio a causa della variante si sta assistendo ad un forte aumento dei contagi ma, soprattutto, ad un incremento del 56,6% delle ospedalizzazioni"

    FIRENZE – “Con la variante Delta il virus ha ripreso a correre facendo segnare un incremento del 51,5% di nuovi casi nell’ultima settimana”.

    Così Federico Gelli, presidente della Fondazione Italia in Salute.

    “Dati che preoccupano ancor di più – rimarca – alla luce delle notizie che provengono dal Regno Unito dove, proprio a causa della variante, si sta assistendo non solo ad un forte aumento dei contagi ma, soprattutto, ad un incremento del 56,6% delle ospedalizzazioni”.

    Inoltre, prosegue Gelli, “questi numeri vanno rapportati al fatto che Oltremanica la percentuale delle persone che ha completato il ciclo vaccinale raggiunge il 66%, ben al di sopra rispetto al dato italiano”.

    “Occorre assolutamente accelerare con le vaccinazioni – incalza infine Gelli – facendo un lavoro capillare che coinvolga i medici di medicina generale e le farmacie per raggiungere in particolar modo quei 2,5 milioni di over 60 non vaccinati e più esposti al rischio in questo momento, in modo da evitare una nuova impennata di ospedalizzazioni e decessi”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...