spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 18 Settembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid: superata la soglia di 1 milione di vaccinazioni in Asl Toscana Centro

    "Record" raggiunto la scorsa settimana con contributi maggiori in alcuni hub di Firenze, Empoli e Pistoia

    FIRENZE – La campagna vaccinale ha raggiunto numeri da record nella rete degli Hub dell’Asl Toscana Centro con un totale di oltre 1 milione di dosi somministrate.

    La scorsa settimana è stata in assoluto quella più produttiva, fino ad ora, raggiungendo una media giornaliera di 13.848 vaccinazioni (96.933 in totale), che stabilizza la media giornaliera di luglio (a domenica 25 luglio) a 11.869.

    I maggiori contributi al risultato settimanale sono stati ottenuti in tre punti vaccinali territoriali: Mandela Forum di Firenze con 24.875 vaccinazioni (media giornaliera 3.553), Fondazione Sesa di Empoli con 7.247 (media giornaliera 1.035) e la Cattedrale di Pistoia con 7.042 (media giornaliera 1.006).

    Il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, esprime soddisfazione per il risultato raggiunto: “Il milione di dosi somministrate è la dimostrazione che l’organizzazione vaccinale della Toscana funziona alla perfezione, e di questo voglio ringraziare prima di tutto gli operatori che lavorano senza sosta negli hub per garantire risultati straordinari come questo appena raggiunto”.

    “Dobbiamo continuare su questa strada – esorta – E perciò invito a vaccinarsi tutti coloro che, per qualsiasi motivo, non l’hanno ancora fatto, per raggiungere quanto prima l’80% di vaccinati prima dose”.

    “Ad agosto la Toscana avrà a disposizione 800mila dosi di vaccino – annuncia – l’obiettivo è di arrivare a 5 milioni di dosi somministrate entro il 30 settembre per alzare un muro contro il Coronavirus”.

    A seguire, nella stessa settimana, dal 19 al 25 luglio, 6.474 vaccinazioni sono state effettuate presso l’Hub Pegaso 2 di Prato, 6.141 al Palaterme di Montecatini Terme, 5.450 al Palasport di Reggello, 5.318 al Palasport di Dicomano, 4.906 presso l’Hub di Fucecchio, 4.851 presso il Polo espositivo di Scandicci, 4.825 presso l’Hub di Grassina, 4.744 presso l’Hub di Pontassieve, 4.595 presso l’Hub Pellegrinaio di Prato, 3.627 presso l’Hub di Calenzano, 2.745 presso l’Hub di San Biagio a Pistoia, 2.470 presso l’Autodromo a Scarperia, 1.243 presso l’Hub di Certaldo.

    A chiudere il quadro la Caserma Redi a Firenze, inaugurata lo scorso 12 luglio, con 206 vaccinazioni e l’ex Filanda di Pescia con 174.

    Entrambe le strutture sono operative soltanto due giorni settimanali, gli altri hub vaccinali continuano le somministrazioni 7 giorni su 7 anche durante il periodo estivo.

    “E’ un risultato eccellente – sottolinea Paolo Morello, direttore generale Asl Centro – quello raggiunto nelle ultime settimane dalla nostra azienda sanitaria che contribuisce a garantire lo standard previsto dal piano vaccinale regionale con l’obiettivo di incrementare maggiormente la copertura della popolazione”.

    “La situazione epidemiologica attuale – ricorda – mostra un trend in crescita dei contagi, se pur restando stabile il numero dei ricoveri, pertanto è fondamentale mantenere alta l’attenzione e le dovute misure di sicurezza”.

    Da alcuni giorni il portale regionale “prenota vaccino” ha aperto la possibilità di prenotazione anche agli adolescenti under 18.

    Per quanto riguarda l’Asl Toscana Centro, al momento, per la fascia di età compresa tra i 12 e 15 anni, siamo intorno alle 12.000 prenotazioni effettuate, di cui 9.000 solo sulla provincia di Firenze.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...