mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Diocesi di Firenze, l’annuncio: “Due seminaristi positivi al tampone per il Covid-19”

    Scattata immediatamente anche la quarantena volontaria per gli altri 21 seminaristi, per il rettore, il vicerettore e due impiegati, tutti sono isolati nelle proprie stanze

    FIRENZE – Un seminarista del Seminario Maggiore di Firenze è risultato positivo nel pomeriggio di giovedì 16 ottobre al tampone per il Covid-19.

    Il seminarista sta bene, è asintomatico ed è stato subito isolato.

    Scattata immediatamente anche la quarantena volontaria per gli altri 21 seminaristi, per il rettore, il vicerettore e due impiegati, tutti sono isolati nelle proprie stanze, sospese tutte le attività della vita comunitaria.

    E’ stato avvertito l’Ufficio igiene del Comune e stanno aspettando indicazioni per eventuali procedure sanitarie.

    Un altro seminarista, che si trovava a casa, si è messo in isolamento, gli altri dipendenti del Seminario, avvertiti ieri, sono anch’essi a casa in quarantena volontaria.

    Un altro caso di un seminarista positivo al tampone si è verificato invece sempre ieri sera nella sezione distaccata del Seminario a Scandicci dove si trovano i seminaristi del Cammino Neocatecumenale.

    Il seminarista sta bene, è in isolamento ed è scattata la quarantena volontaria anche per gli altri 10 seminaristi e i due sacerdoti che si trovano nel “Centro Sant’Anna” della parrocchia di San Bartolomeo in Tuto.

    Anche in questo caso sono state avvertite subito le autorità sanitarie competenti e sono in attesa delle indicazioni per le procedure da seguire.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...