spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dopo il calo di ieri, impennata di nuovi positivi al Covid-19 in Toscana, che arrivano quasi a 700

    Sono 661 in totale (mai così in alto dal 9 maggio). Sono solo 28 gli over 65 contagiati (il 4,3% del totale), mentre sono ben 321 (il 63,6%) gli under 34

    FIRENZE – Dopo il calo di ieri, con i nuovi positivi al Covid-19 nella nostra regione scesi fino a 271, oggi è il giorno della risalita.

    Dati che spesso risentono anche dei tempi di elaborazione dei test. Ma che oggi, mercoledì 28 luglio, indicano un valore che in Toscana non si toccava da tempo (dal 9 maggio).

    Nel pomeriggio di oggi, come di consueto, arriveranno tutti i dati della Regione Toscana.

    Come sempre particolarmente importanti, perché indicheranno quanto questi nuovi contagi si riflettono su ospedalizzazioni e occupazione delle terapie intensive.

    Che, peraltro, è il parametro principale (quello dell’occupazione ospedaliera) che dall’1 agosto in poi definirà i colori delle Regioni. E, di conseguenza, le restrizioni.

    “I nuovi casi registrati in Toscana – dice il presidente della Regione, Eugenio Giani – sono 661 su 14.241 test”.

    “Di cui – specifica – 8.681 tamponi molecolari e 5.560 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,64% (9,1% sulle prime diagnosi)”.  

    Anche i dati di oggi confermano la tendenza, ormai ampiamente consolidata, alla bassa età media dei nuovi contagiati.

    Sono solo 28 gli over 65 contagiati (il 4,3% del totale), mentre sono ben 321 (il 63,6%) gli under 34.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...