spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Estremamente vulnerabili: 15mila sms e telefonate dell’Asl Toscana Sud Est per gli appuntamenti

    In coincidenza con l'arrivo di nuove e adeguate forniture, intensificherà da giovedì 29 aprile il ritmo di vaccinazione degli estremamente vulnerabili

    SIENA – L’Azienda Usl Toscana sud est, in coincidenza con l’arrivo di adeguate forniture, intensificherà da giovedì 29 aprile il ritmo di vaccinazione degli estremamente vulnerabili.

    In un ristretto arco di tempo saranno contattate circa 15mila persone con patologie previste dalle raccomandazioni ministeriali, che avevano preaderito al portale regionale prima del 19 marzo o che sono state segnalate dai Centri specialisti che li hanno in cura.

    Il contatto avviene via sms, per tutti coloro che hanno preaderito al portale regionale dove era obbligatorio l’inserimento di un numero di cellulare, oppure tramite chiamata telefonica diretta.

    L’invito agli interessati è di tenere sotto controllo la messaggistica del proprio telefono cellulare, per non rischiare di perdere l’indicazione del proprio appuntamento. Altra raccomandazione è di presentarsi alla vaccinazione all’orario prestabilito dell’appuntamento, con un minimo anticipo, per evitare assembramenti all’esterno delle sedi prescelte.

    Per gli estremamente vulnerabili sono impiegati i vaccini a Rna messaggero (Pfizer-Biontech, Moderna).

    “L’impulso prioritario è completare la vaccinazione degli estremamente vulnerabili, in parallelo all’esaurimento di tutte le richieste dei cittadini nella fascia d’età tra 70 e 79 anni – spiega Antonio D’Urso, direttore generale dell’Asl Toscana sud est – come indicato dalla struttura commissariale e dalla Regione”.

    “Siamo impegnati nel raggiungimento dell’obiettivo – aggiunge – nel periodo più breve concesso dalla disponibilità delle forniture, superando alcune complessità che si sono verificate nella fase di avvio della vaccinazione delle persone che rientrano in questa categoria. Lo sforzo per accorciare il più possibile i tempi è massimo per quanto riguarda l’impiego di risorse umane e sostenuto da soluzioni logistiche, organizzative e finanziarie rilevanti”.

    L’Azienda Usl Toscana Sud Est ha attivato il numero verde 800432525 per accompagnare gli estremamente vulnerabili nella comprensione del proprio percorso di vaccinazione, secondo quanto stabilito dalle normative statali e regionali.

    Per una consegna straordinaria di 50mila nuove dosi di Astrazeneca, si è riaperto alle ore 18 di ieri, martedì 27 aprile, il portale regionale per gli over 70 ovvero per le persone nate dal 1941 al 1951, che non hanno ancora compiuto 80 anni.

    Il portale rimarrà aperto fino a esaurimento di dosi disponibili, che, una volta prenotate, saranno somministrate nei giorni di giovedì 29 e venerdì 30 aprile, e di sabato 1 e domenica 2 maggio, negli hub indicati.

    Contestualmente, rimane confermata l’apertura del portale in data venerdì 30 aprile prossimo, finalizzata alla programmazione mensile delle vaccinazioni, riservate sempre agli over 70, a partire da lunedì 3 maggio e fino a completamento dell’elenco di coloro che desiderano vaccinarsi, e in relazione alla disponibilità anche di altri tipi di vaccino.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua