spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il camper dei vaccini dell’Asl Toscana sud est domani e lunedì torna nelle strade di Siena

    Domani dalle 14 alle 18 nei pressi dei giardini La Lizza che ospitano il Villaggio di Natale. Lunedì 13, sempre 14-18, nelle vicinanze della Fiera di Santa Lucia

    SIENA – Torna il camper dei vaccini dell’Asl Toscana sud est in provincia di Siena, con quattro appuntamenti programmati nei prossimi giorni.

    Domani, domenica 12 dicembre, dalle 14 alle 18 il mezzo della Fratres regionale, gestito dalla Fratres di Poggibonsi, sarà nei pressi dei giardini La Lizza che ospitano il Villaggio di Natale.

    Il giorno successivo, lunedì 13, sempre dalle 14 alle 18, il punto per le vaccinazioni sarà allestito nelle vicinanze della Fiera di Santa Lucia.

    Sabato 18 dicembre il camper vaccinale si sposterà a Monteroni d’Arbia, in piazza della Stazione, in occasione della Festa degli auguri, dalle 14 alle 18.

    Domenica 19 appuntamento a Poggibonsi, in occasione del mercato: anche in questo caso il punto vaccini sarà operativo dalle 14 alle 18.

    Il vaccino utilizzato è Moderna: saranno effettuate prime dosi (tutti i non vaccinati oltre 12 anni), seconde dosi (solo chi ha fatto la prima con Moderna da almeno 28 giorni), terze dosi (tutti coloro che hanno completato il ciclo primario con qualunque vaccino da almeno cinque mesi).

    L’accesso è libero senza bisogno di prenotazione.

    Saranno impegnati il personale medico, infermieristico e amministrativo dell’Asl Toscana sud est e i volontari di Croce Rossa, Misericordia, Pubblica Assistenza, per replicare in ogni funzione l’attività di un centro vaccinale.

    La presenza del camper vaccinale è realizzata in collaborazione con i Comuni di Siena, Monteroni d’Arbia e Poggibonsi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...