spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    InfoFragili Asl TSE, è partito il numero verde: 70.417 tentativi di accesso nelle prime cinque ore

    Un ritmo di 14mila chiamate l'ora: riaprirà alle 8 di lunedì mattina. Dalla prossima settimana, il servizio sarà aperto anche sabato e domenica

    SIENA – InfoFragili: che di questo servizio ci fosse bisogno lo dimostra il fatto che sono giunte 70.417 conferme in sole cinque ore.

    Tante sono state infatti le telefonate che sono giunte stamani al numero verde 800432525, il nuovo servizio attivato dalla Asl Toscana Sud Est, nella sede di Siena.

    Chiamate da ogni angolo della Toscana meridionale per avere chiarimenti sulle modalità di vaccinazione delle persone estremamente fragili. Hanno telefonato le stesse persone oppure loro familiari.

    Purtroppo le risposte che gli operatori di InfoFragili hanno potuto dare sono state inferiori al numero delle chiamate proprie per l’oggettiva impossibilità di rispondere a un ritmo che è stato di oltre 14.000 chiamate all’ora.

    Se questo trend si sviluppasse per tutte le 12 ore di attività giornaliera del servizio, avremmo 170.000 tentativi giornalieri di accesso al servizio.

    “Chi ha avuto modo di parlare con un operatore ha mostrato di apprezzare questo nuovo servizio di comunicazione e relazione” dicono dalla Asl Toscana Sud Est.

    L’Azienda si scusa “per le attese ma questa quantità di accessi è difficilmente gestibile con tempi di risposta rapidi”.

    InfoFragili ha chiusto alle 20 di venerdì sera e riaprirà alle 8 di lunedì mattina. Dalla prossima settimana, il servizio sarà aperto anche nei giorni di sabato e domenica.

    Il servizio è stato presentato nella sede dell’Asl Toscana Sud Est.

    “L’azienda – ha dichiarato Francesco Ghelardi, direttore amministrativo dell’Asl Toscana Sud Est – ha deciso di fornire questo servizio di accompagnamento per questa categoria di cittadini che potrebbe trovare difficoltà a capire in quale lista deve essere inserito. A partire dalle 8 di questa mattina sono arrivate migliaia di telefonate, l’obiettivo è fornire risposte a tutti nel più breve tempo possibile”.

    Roberto Turillazzi, direttore dello staff della direzione sanitaria dell’Asl Toscana Sud Est, ha ricordato: “Sono oltre ventimila le persone in tutta l’Asl che hanno effettuato la preadesione in questa categoria, i nostri operatori valuteranno le situazioni per aiutare le persone a capire a che punto possono essere nel percorso vaccinale”.

    “Un caso emblematico – sottolinea – è quello degli oncologici: per esempio, chi è in possesso dell’esenzione 048 per questo tipo di patologia ma è in follow up, non ha diritto alla priorità. Su questa, come su altre possibili incertezze, cercheremo di sciogliere ogni dubbio”.

    Il servizio è riservato a persone residenti nelle province di riferimento dell’Asl Toscana Sud Est (Siena, Grosseto, Arezzo) oppure residenti in altre province ma seguite da Centri specialistici dell’Asl stessa.

    Sul sito aziendale e a questo link è disponibile una sezione dedicata alle domande più frequenti e diffuse che stanno arrivando all’azienda.

    Sezione che può essere utile per una verifica prima di telefonare al numero verde.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua