spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Isolamento Covid: anche in Toscana entrano in vigore le nuove disposizioni

    Isolamento ridotto a cinque giorni, ma solo in assenza di sintomi da almeno 48 ore e uscita dall'isolamento soltanto con tampone negativo

    FIRENZE – Isolamento ridotto a cinque giorni, ma solo in assenza di sintomi da almeno 48 ore e uscita dall’isolamento soltanto con tampone negativo.

    Anche in Toscana entrano in vigore le nuove disposizioni per la gestione dei casi positivi al Covid, rese note oggi con la circolare del ministero della Salute.

    Le nuove regole, come speficano dall’assessorato al diritto alla salute, sono in vigore da oggi, giovedì 1 settembre, e si applicano per tutti i nuovi casi e anche per quelli attualmente in isolamento.   

    I cinque giorni di isolamento decorrono dalla data del primo tampone positivo. 

    Restano invariate le procedure da seguire quando si esegue il tampone: una volta inserito nel portale regionale da parte del laboratorio o della farmacia il referto di tampone positivo, è necessario procedere con l’autovalutazione, da effettuare sul sito della Regione alla pagina web https://referticovid.sanita.toscana.it.

    Autovalutazione che permette in tempi certi ed immediati la gestione del caso positivo e, a seguire, il rilascio della certificazione di guarigione.

    Durante la compilazione è importante dare risposta alle domande specifiche sullo stato di salute, prestando particolare attenzione alla descrizione dei sintomi avvertiti. 

    In caso di positività persistente, si potrà interrompere l’isolamento al termine del quattordicesimo giorno dal primo tampone positivo, a prescindere dall’effettuazione del test. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...