spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 26 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La “Pfizer open week” dell’Asl Toscana SE raddoppia: da domani altre sedute senza prenotazione

    Destinate alle persone tra 60 e 69 anni residenti nelle province di Arezzo, Grosseto, Siena. Tutte le dosi per la provincia senese (con centro vaccinale e orari) dall'8 al 13 giugno

    SIENA – L’Asl Toscana Sud Est prolunga la “Pfizer open week”, l’iniziativa dedicata alle persone tra 60 e 69 anni che potranno accedere – nelle sedi e date indicate – alla vaccinazione senza prenotazione.

    Da domani fino a domenica 13 giugno saranno utilizzare 2.020 dosi in tutta l’Asl: 920 nella provincia di Arezzo, 700 a Siena, 600 a Grosseto.

    “Prolunghiamo questa iniziativa straordinaria – afferma Antonio D’Urso, direttore generale dell’Asl Toscana sud est – perché c’è ancora bisogno di incentivare la vaccinazione dei sessantenni”.

    “In parallelo – aggiunge – con la progressiva apertura a tutte le fasce d’età, come disposto dalla Regione in base alle indicazioni nazionali, compiamo quindi un altro sforzo per allestire sedute con Pfizer dedicate solo alle persone tra 60 e 69 anni”.

    Tutti gli appuntamenti della “Pfizer open week” della prossima settimana si svolgeranno dalle 20 alle 23.

    Alla “Pfizer open week” potranno accedere anche persone tra i 60 e i 69 anni che si sono già prenotate in una data successiva. In caso di somministrazione del vaccino, la loro prenotazione sarà automaticamente cancellata.

    Provincia di Siena

    Martedì 8 giugno

    Montepulciano – Centro polivalente: 100 dosi (20-23)

    Siena – PalaGiannelli: 200 dosi (20-23)

    Giovedì 10 giugno

    Abbadia San Salvatore – Macchia Faggeta: 100 dosi (20-23)

    Domenica 13 giugno

    Poggibonsi – Palasport Bernino: 100 dosi (20-23)

    Siena – PalaGiannelli: 200 dosi (20-23)Provincia di Arezzo

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua