spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nuovi positivi al Covid-19: prima domenica di settembre a quota 557

    Anche oggi un numero di tamponi consistente: si sale oltre 18mila per quanto riguarda il totale dei test, con preponderanza dei molecolari

    FIRENZE – Si rimane fra 500 e 600 nuovi positivi in Toscana, in un trend che negli ultimi giorni, a fronte di un numero di test più o meno comparabile, è stato questo: ieri 491, 525 venerdì, 615 giovedì.

    Anzi, oggi si sale oltre 18mila per quanto riguarda il totale dei test, con preponderanza dei molecolari.

    La sensazione è, comunque, che anche il numero costantemente altro dei test rapidi sia trascinato con ogni probabilità da quelli che vengono fatti per conseguire il Green Pass, da parte di chi non è vaccinato.

    Toscana dove, ricorda il presidente della Regione, Eugenio Giani, “i vaccini attualmente somministrati sono 4.938.121”.

    Come sempre, particolarmente importanti saranno i dati sull’incidenza ospedaliera. Perché indicheranno quanto questi nuovi contagi si riflettono su ospedalizzazioni e occupazione delle terapie intensive.

    Che, peraltro, è il parametro principale (quello dell’occupazione ospedaliera) che dall’1 agosto in poi definirà i colori delle Regioni. E, di conseguenza, le eventuali restrizioni.

    “I nuovi casi registrati in Toscana – dice il presidente della Regione, Eugenio Giani – sono 557 su 18.089 test”.

    “Di cui – specifica – 9.140 tamponi molecolari e 8.949 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,08% (9,5% sulle prime diagnosi)”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...