spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ricoveri nei letti Covid degli ospedali toscani, altra risalita (meno ripida) anche oggi

    I ricoverati sono 354 (7 in più rispetto a ieri), di cui 39 in terapia intensiva (1 in più). Oggi si registrano 2 nuovi decessi: 1 uomo e 1 donna con un'età media di 79,5 anni

    FIRENZE – Altro aumento, anche se sotto le due cifre, per quanto riguarda i ricoverati nei letti Covid degli ospedali della nostra regione.

    Lo dice il quotidiano bollettino diffuso dalla Regione Toscana, oggi in forma molto ridotta a causa, dicono dall’ente regionale, “di problemi tecnici”.

    In Toscana sono 263.574 i casi di positività al Coronavirus, 675 in più rispetto a ieri (644 confermati con tampone molecolare e 31 da test rapido antigenico).

    I nuovi casi sono lo 0,2% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,3% e raggiungono quota 244.446 (92,7% dei casi totali).

    Oggi sono stati eseguiti 9.715 tamponi molecolari e 5.059 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,6% è risultato positivo.

    Sono invece 6.527 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,3% è risultato positivo.

    Gli attualmente positivi sono oggi 12.168, -0,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 354 (7 in più rispetto a ieri), di cui 39 in terapia intensiva (1 in più).

    Oggi si registrano 2 nuovi decessi: 1 uomo e 1 donna con un’età media di 79,5 anni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...