spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Obbligo mascherine: a Firenze ordinanza impone di affiggere manifesto in italiano e in inglese

    In tutti gli spazi chiusi o aperti in cui accede il pubblico. L’obbligo di affissione della locandina informativa negli esercizi commerciali del comune di Firenze dal 21 agosto al 7 settembre

    FIRENZE – Una locandina esplicativa, in italiano e in inglese, contenente tutte le informazioni sulle nuove disposizioni nazionali sull’uso della mascherina, da affiggere in tutti gli esercizi commerciali del Comune di Firenze.

    Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco Dario Nardella, firmata ieri e che prevede per gli esercizi commerciali l’obbligo di attaccare la locandina in tutti gli spazi chiusi o aperti in cui accede il pubblico, con l’obiettivo di informare e raggiungere il numero massimo di persone possibile con le nuove disposizioni del Ministero della salute in materia di utilizzo di mascherine.

    L’obbligo di affissione della locandina informativa negli esercizi commerciali del Comune di Firenze scatterà a partire dal 21 agosto e terminerà il 7 settembre e la polizia municipale vigilerà per il rispetto di questa ordinanza.

    Sui manifesti, che saranno distribuiti ai negozi anche attraverso le associazioni di categoria, si legge: “Obbligo di indossare la mascherina dalle 18 alle 6 negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) in presenza di assembramenti”.

    La locandina sarà affissa anche a Palazzo Vecchio e nei musei civici e diffusa sui canali digitali del Comune.

    Locandina in pdf qui.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...