spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prevenzione Covid-19: modalità di accesso ai presidi ospedalieri e alle strutture dell’Asl Toscana sud est

    Il controllo del possesso da parte dei visitatori del green pass base o rafforzato avverrà a campione da parte del personale delle strutture

    SIENA – Le nuove disposizioni legislative non prevedono più l’obbligo di verifica del green pass all’ingresso delle strutture ospedaliere e territoriali.

    Apartire dalla prossima settimana sarà operativa una nuova modalità di controllo da parte dell’Asl Toscana sud est.

    Relativa all’accesso da parte di visitatori, accompagnatori o parenti di pazienti.

    Nulla varia rispetto al mantenimento delle norme igienico sanitarie per il contenimento della trasmissione del virus.

    • Controllo della temperatura

    • Utilizzo della mascherina

    • Corretta igiene delle mani

    La permanenza all’interno delle strutture per visitatori e accompagnatori sarà consentita solo a coloro che siano in possesso di ciclo vaccinale primario e tampone negativo o guarigione e tampone negativo o terza dose.

    Il controllo del possesso da parte dei visitatori del green pass base o rafforzato avverrà a campione da parte del personale della struttura.

    I pazienti (degenti e coloro che effettuano visite esami o controlli) non dovranno esibire certificato verde.

    Tali disposizioni varranno anche per l’accesso ai moduli territoriali ai quali si accede tramite l’ospedale o che abbiano caratteristiche di reparto di degenza.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...