spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Primo lunedì di agosto con 452 nuovi positivi al Covid-19 nella nostra regione

    Come ogni lunedì, calano i test e aumentano i tassi di positività percentuali. Sono 32 gli over 65 contagiati (il 7,1%), mentre sono 269 (il 59,5%) gli under 34

    FIRENZE – Nel primo lunedì del mese di agosto, in questa seconda estate caratterizzata dalla pandemia da Covid-19, la nostra regione registra 452 nuovi positivi al Covid-19.

    Nel pomeriggio di oggi, come di consueto, arriveranno tutti i dati della Regione Toscana.

    Come sempre particolarmente importanti, perché indicheranno quanto questi nuovi contagi si riflettono su ospedalizzazioni e occupazione delle terapie intensive.

    Che, peraltro, è il parametro principale (quello dell’occupazione ospedaliera) che dall’1 agosto in poi definirà i colori delle Regioni. E, di conseguenza, le restrizioni.

    “I nuovi casi registrati in Toscana – dice il presidente della Regione, Eugenio Giani – sono 452 su 6.014 test”.

    “Di cui – specifica – 4.903 tamponi molecolari e 1.111 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 7,52% (15,1% sulle prime diagnosi)”.  

    Calo consueto di test nel fine settimana, con conseguente aumento delle percentuali dei tassi di positività.

    I dati, infine, continuano ancora a confermare la tendenza, ormai ampiamente consolidata, della bassa età media dei nuovi contagiati.

    Oggi sono 32 gli over 65 contagiati (il 7,1% del totale), in leggero aumento percentuale rispetto ai giorni scorsi; mentre sono 269 (il 59,5%) gli under 34, in leggera diminuzione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...