spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ricoverati nei letti Covid degli ospedali toscani stabili: leggerissimo aumento nei reparti ordinari

    Sono in tutto 480 (cinque in più rispetto a ieri) i ricoverati in ospedale: fra questi in 11 (stesso numero di ieri) si trovano in terapia intensiva

    FIRENZE – Ricoverati nei letti Covid degli ospedali toscani stabili: con un leggerissimo aumento solo nei reparti ordinari.

    Sono 1.361 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ventiquattro ore in Toscana: 297 confermati con tampone molecolare e gli altri 1.064 con test rapido. 

    Il numero dei contagiati rilevati nella regione dall’inizio della pandemia sale dunque a 1.455.701, lo 0,1 per cento in più rispetto al giorno precedente.

    Anche le persone guarite crescono dello 0,1 per cento (1.176 registrati nelle ultimi ventiquatro ore) e raggiungono quota 1.394.132  dall’inizio della pandemia, pari al 95,8 per cento dei casi diagnosticati.  

    I dati sono quelli accertati oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale.

    Al momento in Toscana risultano pertanto 50.645 positivi, 179 in più rispetto al giorno prima (+0,4 per cento).

    Di questi 480 (cinque in più rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale: 11 (stesso numero di ieri) si trovano in terapia intensiva.

    La lista dei decessi si aggiorna con sei nuovi morte registrate, anche se solo quattro si sono verificate negli ultimi giorni: si tratta complessivamente  di 5 uomini e una donna con un’età media di 70,3 anni.

    Dall’ultimo bollettino quotidiano sono stati eseguiti 1.459 tamponi molecolari e 9.224 test antigenici rapidi: di questi il 12,7 per cento è risultato positivo. Sono invece 2.174 i soggetti testati, escludendo i tamponi di controllo: il 62,6 per cento  è risultato positivo.

    L’età media dei 1.361 nuovi positivi è di 57 anni circa: l’ 8 per cento ha meno di 20 anni, il 12 per cento tra 20 e 39 il 31 per cento tra 40 e 59, il 35 per cento tra 60 e 79 anni e il 14 per cento ottanta o più.

    L’andamento per provincia

    Con gli ultimi casi salgono a 394.413 i positivi diagnosticati dall’inizio dell’emergenza tra i residenti nei comuni della Città metropolitana di Firenze (283 in più rispetto a ieri), 96.563 in provincia di Prato (72 in più), 114.490 a Pistoia (103 in più), 73.738 a Massa Carrara (86 in più), 156.301 a Lucca (188 in più), 169.340 a Pisa (205 in più), 132.009 a Livorno (140 in più), 132.557 ad Arezzo (107 in più), 104.948 a Siena (94 in più) e 80.787 a Grosseto (83 in più). A questi vanno aggiunti 555 casi di positività notificati in Toscana ma che riguardano residenti in altre regioni.

    Sono 476 le nuove segnalazioni complessivamente nell’Asl Centro, 601 nella Nord Ovest e 284 nella Sud Est.

    La Toscana si conferma all’undicesimo posto in Italia come numerosità di casi complessivi registrati dall’inizio della pandemia (tra residenti e non residenti): circa 39.419 ogni 100 mila abitanti (la media italiana é 39.372, dato di ieri).

    Al momento la provincia di notifica con il tasso più alto è Lucca (40.708 casi ogni 100 mila abitanti), seguita da Pisa (40.514) e Livorno (40.125). La più bassa concentrazione si riscontra a Prato (con un tasso di 36.402).

    Le persone in isolamento a casa, perché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono 50.165 (174 in più rispetto a ieri, +0,3 per cento).

    Tutte le persone di cui è stata registrata la guarigione fino ad oggi, 1.394.132, lo sono a tutti gli effetti da un punto di vista virale, certificati con tampone negativo.

    I decessi

    Le sei nuove morti registate che allungano la lista dei decessi (cinque uomini e una donna, età media 70,3 anni) riguardano tre residenti nei comuni della Città metropolitana, uno in provincia di Pisa, uno in provincia di Massa Carrara e un residente che abita fuori regione. 

    Sono 10.924 i deceduti dall’inizio dell’epidemia: 3.446 nella Città metropolitana di Firenze, 886 in provincia di Prato, 979 a Pistoia, 691 a Massa Carrara, 1.021 a Lucca, 1.229 a Pisa, 819 a Livorno, 704 ad Arezzo, 586 a Siena, 406 a Grosseto. Vanno aggiunte 157 persone decedute sul suolo toscano ma che erano residenti fuori regione.

    In Toscana il tasso grezzo di mortalità per Covid-19 (numero di deceduti su popolazione residente) è al momento pari a 295,8 ogni 100 mila residenti, contro 301,4 della media italiana. La Toscana é nona tra le regioni.

    Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (364,0 ogni 100 mila abitanti), seguita da Firenze (345,1) e Pistoia (337,3), mentre il più basso si registra a Grosseto (186,4).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua