domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    Rimandate le elezioni amministrative, 29 i Comuni toscani in attesa di votare

    A causa della pandemia le elezioni slittano all'autunno. I Comuni che andranno al voto sono 30, di cui 23 a scadenza naturale e 7 commissariati o decaduti

    TOSCANA – Sono state ufficialmente rimandate a causa della pandemia le elezioni amministrative del 2021: non si voterà come previsto a fine primavera ma in autunno, a data ancora da definire.

    I Comuni che andranno al voto sono 30, di cui 23 a scadenza naturale e 7 commissariati o decaduti (Monticiano, Reggello, San Vincenzo, Abetone Cutigliano, Castellina Marittima e Capalbio); l’unico capoluogo di Provincia interessato è Grosseto.

    Ecco la lista.

    In provincia di Arezzo: Anghiari, Civitella in Val Di Chiana, Montevarchi, Sansepolcro.

    In provincia di Firenze: Reggello, Sesto Fiorentino

    In provincia di Grosseto: Capalbio, Castiglione della Pescaia, Grosseto, Orbetello, Roccalbegna, Scansano

    In provincia di Livorno: San Vincenzo

    In provincia di Lucca: Altopascio, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, Seravezza

    In provincia di Massa: Montignoso, Pontremoli

    In provincia di Pisa: Buti, Santa Luce,Vecchiano, Castellina Marittima

    In provincia di Prato: Carmignano

    In provincia di Pistoia: Abetone Cutigliano, Larciano

    In provincia di Siena: Chiusi, Monticiano, Trequanda

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...