spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rsa toscane, i parenti potranno visitare i loro cari anche ogni giorno

    E’ una delle novità introdotte dalla circolare del Ministro della salute che la giunta regionale ha recepito con una delibera approvata nell'ultima seduta

    FIRENZE – I parenti potranno visitare i loro cari nelle Rsa toscane anche ogni giorno, e per un tempo sino a 45 minuti.

    E’ una delle novità introdotte dalla circolare del Ministro della salute che la giunta regionale ha recepito con una delibera approvata nell’ultima seduta.

    Il provvedimento, proposto dall’assessora regionale alle politiche sociali Serena Spinelli, permette di  rendere più semplice e fluido  l’accesso e l’uscita dalle strutture di ospitalità e di lungodegenza.

    Due le novità rilevanti. La prima riguarda la frequenza delle visite: l’accesso alle Rsa e alle residenze assistenziali per persone con disabilità, è possibile tutti i giorni della settimana, anche festivi.

    La visita potrà svolgersi in un tempo congruo al bisogno di assistenza (stimato in un massimo di circa 45 minuti).

    La seconda è relativa alla possibilità, per gli ospiti, di uscire dalle strutture: sono infatti consentite le uscite temporanee,  senza che sia necessario, dopo il rientro, ricorrere a specifiche misure di isolamento.

    Fondamentale  per ciascuna di queste misure sarà l’esibizione del certificato verde Covid-19, il cosiddetto green pass, che comprovi o l’avvenuta vaccinazione, o la guarigione dall’infezione, o l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo.

    “Quello approvato in giunta è un ulteriore passo avanti per le visite nelle Rsa e nelle altre strutture residenziali – è il commento dell’assessora Serena Spinelli – un passo avanti nel segno di favorire, in piena sicurezza, i contatti con i parenti e gli amici”.

    “Una delle conseguenze più gravi del virus – ricorda – era infatti stata, per gli ospiti delle strutture, la condizione di solitudine e la distanza dai proprio cari”.

    “Sin da maggio – aggiunge – abbiamo sollecitato in Conferenza delle Regioni e nelle relazioni col Governo la riapertura delle strutture residenziali che è poi avvenuta con l’ordinanza del ministro”.

    “Da allora – ribadisce – tutte le nostre strutture, grazie a un impegno condiviso con i gestori le zone distretto e i territori, sono riuscite a garantire questa possibilità, in piena sicurezza”.

    “Ora – conclude Spinelli – il recepimento della circolare ministeriale permette di rendere più fluido l’accesso e di intensificare le visite. Questo apporterà certamente benefici agli ospiti e farà sentire loro che l’isolamento è finalmente e, speriamo definitivamente, finito”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...