domenica 9 Maggio 2021
Altre aree

    San Casciano, giornata “storica” all’Rsa Villa San Martino: 66 vaccinati contro il Covid-19

    Iniezione per 63 ospiti e 3 operatori. Adesso per loro c'è da aspettare la dose di richiamo, con appuntamenti già fissati fra il 21 e il 25 gennaio: e si può guardare al futuro con maggiore ottimismo

    SAN CASCIANO – Una giornata a suo modo “storica” quella di oggi, lunedì 4 gennaio, per l’Rsa Villa San Martino a San Casciano.

    Una struttura che, lo ricordiamo, in tutti questi mesi è riuscita a tenere al riparo tutti i suoi ospiti dall’infezione da Covid-19.

    E che oggi, appunto, ha visto arrivare con grande sollievo l’auto con medici e infermieri, accompagnata da quella dei carabinieri, con a bordo i vaccini di Pfizer-Biontech.

    Sono state 66 le persone vaccinate stamani: 63 ospiti della struttura e 3 operatori.

    Adesso per loro c’è da aspettare la dose di richiamo, con appuntamenti già fissati fra il 21 e il 25 gennaio.

     

    Una volta che sarà stata fatta anche la seconda iniezione, dopo una settimana i dati scientifici dicono che la copertura contro il virus inizierà ad essere ottimale.

    Intanto però, e fino a qualche mese fa sembrava impossibile, il primo passo è stato fatto.

    E così gli ospiti, i loro familiari, chi ogni giorno opera per proteggere queste persone, fra le più deboli in assoluto, può guardare al futuro con un po’ di ottimismo in più. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...