spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 6 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Scadenza della zona rossa alle 14 di sabato: mercati, ancora una volta dimenticati e penalizzati”

    Confesercenti: "La maggior parte dei mercati si svolge il sabato mattina e in questo modo sarebbero ancora una volta penalizzati. Si aprano la mattina del 17 aprile"

    FIRENZE – “Vista l’ordinanza del presidente della Regione Giani che stabilisce come scadenza per le zone rosse, tra cui tutti i Comuni della Città Metropolitana di Firenze, sabato 17 aprile alle ore 14, e sentite anche le dichiarazioni dello stesso presidente secondo le quali in questo modo si è voluto dare un segnale di speranza per le attività economiche, è evidente che questo segnale non riguarda le imprese che operano nei mercati”.

    A dirlo è Confesercenti Firenze, che torna a criticare l’operato del presidente regionale. Stavolta con particolare riferimento a mercati e ambulanti.

    “Intatti – riprende l’associazione di categoria – la maggior parte dei mercati si svolge il sabato mattina e in questo modo sarebbero ancora una volta penalizzati”.

    “E’ ormai dimostrato anche da studi scientifici – ricorda Confesercenti – che la trasmissione del virus all’aperto avviene solo in pochissimi casi, addirittura solo lo 0,1% dei casi di Covid-19 avviene all’esterno, e con il rispetto dei protocolli sanitari i mercati sono un luogo sicuro dove le persone possono svolgere i propri acquisti”.

    “Per questi motivi – accusano – non sono più comprensibili ulteriori chiusure e lo è ancora di più questa “dimenticanza” nell’ordinanza regionale”.

    “Visto che la situazione epidemiologica, grazie ai sacrifici fatti dai cittadini, è in miglioramento – aggiunge Confesercenti – facciamo un appello al presidente Giani affinché possa far riaprire i mercati già dalla mattina di sabato”.

    “In alternativa – riprendono ancora – se questo appello non fosse raccolto, abbiamo fatto richiesta ai comuni di poter dare un segnale alla categoria, spostando l’apertura dei mercati extra-alimentari al pomeriggio laddove fosse possibile”.

    “Auspichiamo che nelle prossime ore il presidente Giani possa prendere questa decisione – conclude Confesercenti – attesa da centinaia di aziende in questo periodo molto difficile.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua