spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 10 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Stefania Saccardi: “Se si continua così si rischia molto. Salute, economia ed istruzione”

    "Ci si può divertire e far “girare” l’economia anche nel rispetto delle regole. La posta in gioco è molto alta soprattutto per i ragazzi, che rischiano scuola, posti di lavoro e salute"

    FIRENZE – “Userò parole chiare e forti. Se si continua così si rischia, molto. La salute, l’economia e, cosa non meno importante, rischia seriamente l’istruzione”.

    Lo dice l’assessore regionale al diritto alla salute, Stefania Saccardi.

    Lo dice in una domenica mattina prima che nel tardo pomeriggio dal Governo arrivi la semi ufficialità della chiusura delle discoteche su tutta la penisola fino alla prima settimana di settembre.

    “Ognuno si senta responsabile – dice Saccardi – I ragazzi che ballano senza rispettare le regole, i gestori che non le fanno rispettare, chi deve controllare e non controlla”.

    # Coronavirus in Toscana, 34 nuovi casi (con 1.800 tamponi in meno). Il 5% clinicamente severo, nessun decesso

    “E chi – aggiunge – dall’alto di una carica istituzionale, incentiva comportamenti sbagliati in nome della ripartenza”.

    “Ci si può divertire e far “girare” l’economia anche nel rispetto delle regole – conclude Saccardi – La penso così, è così, la posta in gioco è molto alta soprattutto per i ragazzi, che rischiano scuola, posti di lavoro e salute”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...